Marcon vuole diventare “Comune europeo dello sport 2023”

Il sindaco Romanello al Coni, responso previsto il 15 ottobre: «Ce la giochiamo, ci sarebbe uno slancio importante». Ecco le avversarie, da Motta a Ventimiglia

MARCON

Da una semplice idea alla candidatura ufficiale. Il 15 ottobre sapremo se Marcon sarà Comune europeo dello sport nel 2023 ma intanto domani a Roma presenteranno la loro proposta anche Motta di Livenza (Treviso), Cardano al Campo (Varese), Ventimiglia (Imperia), Codogno (Lodi), Crescentino (Vercelli), Monte di Procida (Napoli) e Castano Primo (Milano).


Ad assegnare il riconoscimento sarà l’Aces Europe di Bruxelles che, basandosi sul 2021, terrà conto degli impianti presenti nel territorio ma pure delle associazioni attive e dei programmi delle giunte per far sì che lo sport sia inclusione sociale e benessere per la comunità.

Qualora Marcon dovesse essere premiata tra sei mesi, allora beneficerà di fondi particolari per lo sport, sviluppare lo stesso, integrazione sociale e benessere della comunità. Inoltre saranno organizzate diverse iniziative nel corso dell’intero anno.

Marcon parteciperà per quei comuni sotto i 25 mila abitanti. Il sindaco Matteo Romanello e l’assessora allo Sport Carolina Misserotti ci credono di poter arrivare al traguardo. «Abbiamo tanti gruppi e associazioni nel territorio» spiega Misserotti parlando della candidatura e perché è stata presentata «e a Marcon è nato il campionato internazionale di pattinaggio artistico, organizzato dalla locale scuola assieme al Movimento sportivo popolare Italia». Romanello è convinto che il Comune abbia ottime possibilità di farcela.

«Darebbe uno slancio importante» aggiunge «sul piano degli investimenti per migliorare delle nostre strutture. Investimenti che garantiamo ogni anno per dare delle alternative e ambienti migliori agli atleti: basti pensare alle due palestre in costruzione tra Marcon e Gaggio». Romanello spera che l’ottenimento di “Comune europeo dello sport” sia da slancio alla nascita della nuova piscina attesa da molti anni. Alla cerimonia di domani, nel Salone d’Onore del Coni, interverranno pure il suo presidente Giovanni Malagò, il sottosegretario allo Sport, Valentina Vezzali e la rappresentante del Comitato organizzatore delle Olimpiadi Milano-Cortina del 2026, Diana Bianchedi. —

Alessandro Ragazzo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi