Contenuto riservato agli abbonati

Addio Antonio Drusian di San Donà, era ricoverato da marzo per Covid

Antonio Drusian, 80 anni, viveva a San Donà

Circa 50 anni fa aveva subito un importante infortunio sul lavoro all’oleificio di San Donà, poi ha lavorato per 30 anni all’Usl 

SAN DONA'. Era un uomo forte e pieno di energia, ma il Covid se lo è portato via in pochi giorni. Antonio Drusian, 80 anni di San Donà si è spento all’ospedale di Jesolo nel reparto Covid 2, dove era ricoverato dal 19 marzo, sempre assistito dal personale sanitario del reparto.

Sposato con la moglie Luciana dal 1964, ha vissuto con intensità e amore un matrimonio durato 57 anni, dal quale sono nati due figli, Roberta che lavora all’ospedale di Portogruaro e Walter che esercita la professione di avvocato a San Donà, quindi i due affezionati nipoti, Mattia ed Emma.


Circa 50 anni fa aveva subito un importante infortunio sul lavoro all’oleificio di San Donà. Era il 1971 e, successivamente, Drusiano venne assunto all’Usl di San Donà dove ha lavorato per oltre 30 anni. Era un uomo dedito al lavoro e alla famiglia, marito, padre, nonno e zio amorevole e sempre presente, come lo ricordano la moglie e i figli ora affranti per il dolore della sua scomparsa.

E chi lo ha conosciuto nella vita, come nel lavoro, lo ricorda come amico leale e ben voluto. Aveva la passione per la casa e per il suo giardino, entrambi sempre in ordine e maniacalmente curati grazie al suo quotidiano impegno. La famiglia ha ora organizzato le esequie con l’impresa funebre Bustreo stabilendo la data dei funerali che saranno celebrati sabato alle 15,30 nel duomo di San Donà. —

G. Ca.
 

Banana bread al cioccolato

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi