Spacciatrice arrestata Denunciato il ladro che rubava in chiesa

SAN DONà

Spaccio di droga, arrestata a San Donà una pusher di Eraclea. I carabinieri hanno anche individuato e denunciato il ladro che rubava i soldi dell'elemosina in chiesa. I carabinieri del comando provinciale di Venezia hanno organizzato una serie di controlli tra Pasqua e pasquetta: quasi 250 attività o esercizi commerciali controllati e oltre 700. Sono state elevate solo 15 contravvenzioni per violazioni della normativa anti-contagio.


A San Donà, i militari dell’aliquota operativa sono entrati al Parco delle Rose e arrestato in flagranza una 37enne pregiudicata, di Eraclea, di fatto senza fissa dimora. Aveva venduto marijuana a due uomini di 39 e 22 anni domiciliati a Torre di Mosto. Aveva 13 dosi di marijuana e una dose di hashish. Arrestata per spaccio di sostanze stupefacenti, trattenuta fino a pasquetta nella camere di sicurezza, è stata processata per direttissima e condannata a un anno di reclusione e alla multa di 1.300 euro, imponendole anche l’obbligo di firma due volte a settimana presso la stazione carabinieri.

A Cavallino-Treporti, nella serata di Pasqua, i militari della stazione sul sagrato della chiesa nuova di Cavallino in piazzetta Santa Maria della Pace, hanno fermato un 23enne incensurato del posto, con un coltello a serramanico di 17 centimetri. È stato denunciato per porto di armi e oggetti atti ad offendere, sanzionato per violazione delle norme in materia di mobilità in zona rossa.

A Musile, individuato il responsabile del furto del 18 marzo nella chiesa parrocchiale di “San Donato Vescovo e Martire”. Un albanese 44enne pregiudicat, domiciliato a Ceggia, è stato denunciato per furto aggravato. —



Frullato di fragole, carote e semi oleosi

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi