Proteste per le multe ai semafori con il T-red

SAN DONÀ

Controlli e telecamere ai semafori, tornano le proteste degli automobilisti per i “T-red” agli incroci semaforici di via Eraclea e via Giorgione. Le sanzioni arrivano anche se le auto superano la striscia bianca e poi comunque si fermano, seppure ridotte a circa 42 euro ma con i 6 punti tagliati dalla patente. In caso di superamento completo dopo i 5 secondi canonici dal giallo, la multa sale a 167 euro.


«Il risultato», protestano gli automobilisti, «è che la gente va in panico appena vede il giallo scattare e non sa cosa fare. C’è chi tira dritto, chi inchioda». Il consiglio delle forze di polizia impegnate sulle strade è sempre di rallentare in corrispondenza dei semafori proprio per tenere la situazione sotto controllo.

È stato concesso un margine di 5 secondi allo scatto del giallo per dare il tempo di decidere e valutare in base a velocità e condizioni del traffico. Il comando della polizia locale non esclude di spostare le telecamere in altri semafori, dove sono segnalate situazioni di pericolo. —

g.ca.

Banana bread al cioccolato

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi