Contenuto riservato agli abbonati

In coma da due settimane dopo l'incidente, si commuove sentendo i messaggi degli amici

Segnali di speranza per il ragazzino investito da un furgone al ritorno da scuola. Il suo viso si è bagnato di lacrime sentendo i messaggi dei compagni di classe

BIBIONE. Ascolta la mattina di Pasqua i messaggi vocali che gli amici hanno voluto registrare per incoraggiarlo, spedendoli sul suo telefonino, e il suo viso si bagna di lacrime. Pur essendo ancora in coma farmacologico, il 15enne ferito gravemente nell’incidente di due settimane fa a Bevazzana di San Michele percepisce emozioni dal letto dell’ospedale di Portogruaro, in cui è ricoverato da quasi una settimana dopo una degenza iniziale a Udine. L’evento è molto significativo dei miglioramenti che riguardano il paziente, ma ancora non si può dire che l’adolescente sia fuori pericolo. Tornando dalle lezioni in presenza della scuola che frequenta, l’Istituto per il Turismo Savorgnan di Brazzà di Lignano, il ragazzo era sceso dall’autobus alla fermata di via Bevazzana e attraversando la strada era stato travolto da un furgone che lo aveva proiettato a una decina di metri di distanza. Per quell’episodio continuano a indagare gli agenti della Polizia locale del distretto Venezia Est.

Durante la degenza del 15enne a Udine gli amici avevano preparato numerosi striscioni di incoraggiamento lungo le strade di Bibione. Uno era comparso anche sulle recinzioni di un piccolo campetto in cemento, dove il 15enne (tesserato per una squadra di calcio) è solito giocare con gli amici. Nei giorni successivi all’incidente don Enrico Facca, parroco di Bibione, aveva spinto i ragazzini che frequentano le lezioni di catechismo a scrivere dei pensierini per manifestare solidarietà al 15enne e alla sua famiglia. Li ha raccolti e posizionati sotto la statua votiva di San Giuseppe, organizzando all’aperto e in chiesa veglie di preghiera. —


Rosario Padovano

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Banana bread al cioccolato

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi