Venezia, ecco il vaporetto - ambulatorio per vaccinare nelle piccole isole

Il dottor Selle, che coordina i medici al lavoro sull'ambulatorio galleggiante

Anche a Pasquetta si lavora nella postazione medica galleggiante dove lavorano i giovani medici che somministrano le dose agli anziani

VENEZIA. Rosso e inconfondibile, si staglia sull’azzurro della laguna e si muove per portare un po' di speranza e sicurezza anche nei punti più isolati.
 
Con un centinaio di dosi di AstraZeneca e di Moderma (per i superfragili) custodite nelle borse termiche lunedì di Pasquetta è partito dalle Zattere a Venezia il vaporetto ambulatorio allestito per vaccinare gli anziani over 80 di Sant'Erasmo e delle Vignole. 
 
Primo appuntamento è alle 9.30 alla fermata della Chiesa dove il vaporetto si fermerà per diventare a tutti gli effetti un ambulatorio galleggiante.
 
 
L'idea è stata dell'azienda sanitaria Serenissima e il mezzo utilizzato è il vaporetto rosso che ricorda i 1600 anni (leggendari) della fondazione della città, prestato dal Comune di Venezia.
 
Il vaporetto ha raggiunto Sant'Erasmo dov'erano stato fatti convergere anche alcuni over 70 da altre isola.
 
A bordo alcuni neolaureati e specializzandi coordinati dal dottor Vittorio Selle del Sisp (Servizio igiene sanità prevenzione) e dal direttore sanitario Giovanni Carretta.
 
 

Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi