«Dal 13 maggio l’apertura di alberghi e spiagge a Jesolo»

Alberto Maschio, presidente dell’Aja, annuncia la ripartenza per il weekend dell’Ascensione con l’80 per cento degli hotel attivi

JESOLO. Estate 2021, la partenza ufficiale sarà nel fine settimana dell’Ascensione che cade il 13 maggio. Parola di Alberto Maschio, presidente dell’Aja, associazione jesolana albergatori. Per quella data, forse si metterà in costume pure lui che solitamente è incravattato anche a 30 gradi all’ombra. Ma quest’anno ci sarà, forse anche per fare un tuffo in mare.

Perché sarà una data storica, la fine di un lungo incubo che sta esaurendo tutti: albergatori, commercianti, attività di ogni genere, cittadini e lavoratori stagionali che non sanno quale sarà il loro destino. Ci sono 360 alberghi circa al lido di Jesolo, pronti per aprire e dare lavoro a oltre 6 mila addetti. Un esercito in trincea. La Pasqua, quest’anno bassa nel calendario, è persa e ormai anche il mese di aprile. Un duro colpo se si pensa che oggi le spiagge sarebbero già piene almeno nel fine settimana.

«Noi stiamo pensando di partire nel weekend dell’Ascensione», spiega, «quindi dal 13 al 16 di maggio, ovvero una data che potrebbe essere punto di riferimento anche per una ripartenza importante con i primi turisti italiani e probabilmente anche stranieri. Vedremo quest’anno cosa decideranno di fare e come si regoleranno i turisti austriaci e tedeschi. Certo, dobbiamo essere prudenti tra nuovi Dpcm, normative italiane e straniere che si intrecciano, ma credo che alla metà di maggio tutto potrà tornare quasi alla normalità da noi come oltre i confini. Avremo, subito dopo, un altro fine settimana importante per il turismo, ovvero quello della Pentecoste il 20-23 di maggio».

«Per quelle date potremo contare almeno sulla metà se non oltre degli alberghi aperti»,aggiunge Maschio, «e per la fine di maggio incrementare ancora fino alla quasi totalità delle strutture ricettive. Sempre per maggio potremo avere delle certezze sul fronte della sicurezza sanitaria e in particolare dell’immunizzazione, perché tra chi già ha avuto il coronavirus e chi sarà vaccinato anche nella nostra categoria, con tutti gli addetti, potremo contare su un valore aggiunto che sarà l’immunizzazione del settore turismo".

"Io credo che se la scorsa estate siamo arrivati al 90% di alberghi aperti», conclude il presidente degli albergatori jesolani, «quest’anno arriveremo a toccare di fatto il 100%. E se la scorsa stagione abbiamo chiuso a meno%, quest’anno arriveremo a circa meno 20% e sarebbe un risultato importante verso una ripresa progressiva».

Si attendono novità anche dal Caribe Bay, il parco a tema acquatico di Luciano Pareschi, che non ha ancora comunicato la data di apertura che quest’estate dovrebbe essere confermata. La spiaggia dovrebbe essere pronta, tra ripascimenti e attrezzature installate, per metà maggio con tutti i consorzi e stabilimenti aperti. Le normative di sicurezza saranno più elastiche rispetto alla scorsa estate, pur restando la prenotazione, le distanze, ma con una prevalenza del buon senso e senza più lo spettro del plexiglas che poi non era mai stato preso in considerazione. —


 

Frullato di fragole, carote e semi oleosi

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi