Da martedì a Portogruaro il nuovo centro vaccinazioni con i medici di famiglia

Sarà attivo nei locali del Centro anziani e permetterà di arrivare a 600 somministrazioni al giorno. Altri due centri in programma nel Veneto orientale

PORTOGRUARO. Scatteranno martedì 6 aprile al Centro Anziani di Portogruaro  le prime vaccinazioni somministrate dai medici di medicina generale del Veneto Orientale. Lo rende noto la Federazione medici medicina generale (Fimmg) di Venezia.
 
In collaborazione tra la federazione e l'Azienda Ulss 4, si è messo a punto un modello organizzativo, simile a quello già usato per i tamponi, che vedrà operativi sul territorio tre centri di vaccinazione in cui saranno smistati un centinaio di medici di base operativi nell'area.
 
"Scorte permettendo - afferma Luigi Xausa, fiduciario di Fimmg Venezia per l'Ulss 4 Veneto Orientale - l'obiettivo è di realizzare 600 vaccinazioni a seduta. Tenendo conto delle tre sedi attive, si potrebbe arrivare a quasi 2.000 vaccini al giorno. Con tempi di attesa ridotti a zero. Credo non esista alcuna organizzazione simile in tutta Italia".
 
Come da accordi, ai medici di famiglia saranno consegnate dosi AstraZeneca; saranno essi stessi a contattare per l'appuntamento i loro assistiti tra i 70 e i 79 anni d'età, e persone fragili.
 
Quando il modello sarà a regime, le équipe di vaccinazione potranno contare su 4 medici, 8 infermieri, 8 segretarie e sui volontari che gestiranno l'afflusso.
 
Per il segretario provinciale e regionale Fimmg, Maurizio Scassola, "i medici di famiglia di quell'area sono molto motivati, l'adesione potrebbe arrivare al 90-95%. Siamo sicuri, come già successo per i tamponi, che il servizio sarà molto gradito dai pazienti, rassicurati dalla presenza di un medico che conoscono bene".

Frullato di fragole, carote e semi oleosi

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi