Contenuto riservato agli abbonati

Luigi e Vittorina divisi dal Covid e uccisi a un’ora l’uno dall’altra dopo 64 anni di matrimonio

Vittorina e Luigi nell'ultima foto insieme

L'incredibile storia di una coppia che si era sempre amata, raccontata dalla figlia in lacrime. Nessuno dei due sapeva delle condizioni dell'altro

CAAVARZERE. Marito e moglie di Cavarzere muoiono a causa del Covid un’ora e mezza di distanza l’una dall’altro all’ospedale di Dolo. A raccontare la tragedia di Luigi Ferrari e Vittorina Marcomini rispettivamente 86 e 84 anni è la figlia Monica Ferrari.

«Papà e mamma» spiega la figlia «lo scorso gennaio avevano festeggiato il loro 64 esimo anniversario di matrimonio. La mamma aveva sempre fatto la casalinga, e il papà il carpentiere. Lo scorso 9 marzo erano venuti in contatto con una persona positiva al Covid. Successivamente erano stati in isolamento per parecchi giorni».

La situazione dei due anziani si è improvvisamente aggravata dopo qualche giorno. «La mamma aveva la febbre e scarsa saturazione» spiega la figlia. «A quel punto abbiamo chiamato l’ambulanza. Sono stati portati entrambi all’ospedale di Chioggia e da lì a Dolo. La situazione clinica è ulteriormente precipitata. I medici mi hanno informato della morte della mamma sabato scorso alle 4 del mattino. Papà è morto invece un ora e mezzo dopo e cioè verso le 5».


La notizia della morte dei coniugi Ferrari ha colpito molto Cavarzere e tanti hanno espresso il cordoglio alla famiglia colpita dal lutto. Tanti ricordano i coniugi Ferrari come una coppia vitale e simpatica.

I funerali di Luigi Ferrari e Vittorina Marcomini si terranno in forma congiunta mercoledì 7 aprile alle 15, 30 nel Duomo di San Mauro a Cavarzere.

Lasciano i figli Monica e Raffaele, i nipoti la sorella Silvana. Dopo l’estremo saluto saranno sepolti nel cimitero del paese. —

Alessandro Abbadir
 

Banana bread al cioccolato

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi