Contenuto riservato agli abbonati

Dolo, stroncata a 22 anni da una malattia rara

Andreea Calatoaie aveva 22 anni

Andreea Calatoaie aveva manifestato i primi sintomi dopo la maturità all’istituto Lazzari. Lunedì 8 marzo l’addio con rito ortodosso

DOLO. Colpita da una rara malattia, è morta ad appena 22 anni Andreea Calatoaie. La giovane, che risiedeva a Dolo, ha lottato con grande coraggio, sostenuta dall’amore e dall’affetto di tutta la sua famiglia di origine rumena, ma da tantissimi anni in Italia. A raccontare cosa è successo con il cuore spezzato dal dolore è il padre della ragazza Nicu. «Mia figlia Andreea», spiega, «era una ragazza con tantissimi interessi e molto brava a scuola. Aveva frequentato l’istituto tecnico commerciale Maria Lazzari a Dolo. Aveva tantissimi amici».

Andreea, come tutte le ragazze della sua età, aveva anche tantissimi sogni nel cassetto, purtroppo spezzati dalla malattia. Il primo fra tutti era quello di studiare all’università. Voleva frequentare la facoltà di Economia a Ca’ Foscari e laurearsi.

Andreea Calatoaie era stata anche una sportiva. Aveva giocato nella squadra di volley di Sambruson di Dolo mentre frequentava le scuole superiori. La giovane, però, dopo il quinto anno delle superiori e dopo aver sostenuto la maturità, non ha fatto in tempo ad iscriversi all’università.

Appena conclusi gli esami ha fatto la sua comparsa il morbo di Addison, una rara malattia del sistema endocrino che l’ha colpita in forma grave e nel giro di due anni le ha minato il fisico, fino a portarla alla morte. «Purtroppo per mia figlia», racconta ancora papà Nicu, «dopo che sono comparsi i sintomi e siamo riusciti a capire di cosa si trattava, è stato un calvario. L’abbiamo portata dappertutto per cercare di trovare rimedio alla malattia che le ha distrutto il fisico in poco tempo. Abbiamo fatto tantissimi consulti medici, ma la situazione si è complicata sempre di più e alla fine mercoledì è morta a Scorzè».

La giovane, infatti, nelle ultime settimane è stata ricoverata al Centro Servizi Anni Sereni di Scorzè per avere le cure di cui nell’ultima parte della sua vita aveva bisogno.

La notizia della morte della giovane il 5 marzo è stata uno choc per tutta Dolo. In paese non si parlava d’altro. A ricordare con affetto la giovane anche la ex vicepreside dell’istituto tecnico Lazzari. «Ho avuto come studentessa questa ragazza», dice l’ex vicepreside Donatella Calzavara, «quando frequentava le prime classi delle superiori. Era una ragazza esemplare, sempre attenta, studiosa, con una gran voglia di imparare. Alla famiglia va il cordoglio di tutti gli ex insegnanti, dei compagni e delle compagne di classe che l’hanno conosciuta».

I funerali di Andreea Calatoaie si terranno lunedì 8 alle 10.30 nella chiesa ortodossa dell’ospedale di Mirano. Il feretro arriverà dall’istituto Anni Sereni di Scorze. Lascia il papà Nicu, la mamma Vica, la sorella Claudia, il cognato, i nipoti, gli zii, le zie. Dopo l’estremo saluto, sarà sepolta nel cimitero di Dolo. —

Alessandro Abbadir

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Frullato di fragole, carote e semi oleosi

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi