Contenuto riservato agli abbonati

Nonna di otto nipotini muore a 64 anni sconfitta da un tumore a Cinto Caomaggiore

Gabriella Valeri

La donna era originaria di Concordia Sagittaria, ma viveva stabilmente dal matrimonio a Cinto Caomaggiore, con il marito Renzo Buso

CINTO CAOMAGGIORE. Scopre di avere un tumore e dopo pochi giorni muore. È una tragedia che colpisce più comunità quella che ha riguardato una nonna di 64 anni, Gabriella Valeri in Buso, mancata purtroppo nel fine settimana.

La donna era originaria di Concordia Sagittaria, ma viveva stabilmente dal matrimonio a Cinto Caomaggiore, con il marito Renzo Buso. Conduceva una vita riservata, ma soprattutto dedicata alla sua famiglia numerosa: si concedeva con grande slancio ai suoi adorati nipoti, alcuni dei quali abitano a Annone Veneto. Ne aveva 8.


Tutti i conoscenti la ricordano con grande affetto e non sono mancati, da ieri mattina, ricordi sui social, come quello struggente di una nuora.

«Abbiamo perso una donna fantastica», ha scritto. Cordoglio anche tra le amiche. «Tutto è accaduto in modo improvviso, così in fretta», ha spiegato una di loro che abita nel trevigiano, «che non abbiamo fatto in tempo a salutarla. Era una persona molto generosa, affabile e altruista».

Il nulla osta per la sepoltura è stato concesso ieri. Gabriella Valeri in Buso lascia, oltre al marito, i figli Omar, Massimo e Sonia, le sorelle, il fratello e quegli 8 nipoti a cui adesso dovrà essere comunicato che la nonna è andata in cielo.

Lunedì alle 19 verrà recitato il rosario in suffragio a Cinto Caomaggiore, dove martedì 2 marzo, con inizio alle 15, verranno celebrati i funerali. Il feretro di Gabriella Valeri proverrà dall’ospedale di Portogruaro. —
 
 

Video del giorno

Terremoto in Grecia, il momento della scossa a Creta: le persone fuggono dagli edifici

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi