Contenuto riservato agli abbonati

Fine settimana con sole primaverile. Nel Veneziano controlli anti assembramenti. Ecco dove

In vigore l’ordinanza per limitare l’accesso alle aree più calde. In servizio 270 vigili tra il centro storico e la terraferma

VENEZIA. Un fine settimana con temperature primaverili, il sole e la voglia di uscire. Venezia e Mestre, per questo,oggi e domani saranno sorvegliate speciali. Anche perché in centro storico, come già accaduto lo scorso fine settimana, potrebbero riversarsi migliaia di persone da tutto il Veneto per una gita fuori porta.

«Non possiamo certo chiudere la città a chi vuole venire», dice il comandante della polizia locale, Marco Agostini, «ma quello che possiamo fare è evitare che ci siano assembramenti nelle zone più delicate, soprattutto nella fascia dell’aperitivo, a Venezia come a Mestre".

Per questo già da ieri è in vigore l’ordinanza del sindaco per la limitazione all’accesso di determinate strade e piazze del centro urbano, per evitare situazioni di assembramento che possano aggravare il quadro pandemico locale.


Tra le 15 e le 21 di sabato 27 e domenica 28 la polizia locale avrà la facoltà di regolare l’accesso in alcune aree della città, con attività di "filtraggio" al fine di prevenire situazioni di assembramento. Le zone sulle quali si potranno verificare le restrizioni sono a Mestre, in Riviera XX Settembre e vie limitrofe, in Piazzale Donatori di Sangue e Calle Giovanni Legrenzi.

A Venezia al sestiere di Cannaregio in Fondamenta degli Ormesini, Fondamenta della Misericordia da Ponte San Girolamo a Ponte San Marziale; a San Polo in Campo San Giacometto, Campo della Naranseria, Campo Bella Vienna) e calli e portici limitrofi; a Dorsoduro in Campo Santa Margherita e nei paraggi.

Per ciò che riguarda la sola giornata di domenica le limitazioni potranno riguardare, anche tra le 11 e le 15, Cannaregio nelle zone di Fondamenta degli Ormesini e Fondamenta della Misericordia da Ponte San Girolamo a Ponte San Marziale. Ci sono alcune zone poi che, pur non essendo comprese nell’ordinanza, saranno tenute sotto controllo perché, come si è notato lo scorso fine settimana, sono i luoghi dove si spostano le persone che non riescono ad accedere agli altri campi di aggregazione. E’ il caso, ad esempio, di San Trovaso.

Solo per ciò che riguarda la polizia locale saranno circa 270 i vigili impegnati in quattro turni sia sabato che domenica, tra centro storico e terraferma, per evitare il rischio di assembramenti. La maggior parte sarà impegnata nei turni della mattina, soprattutto a Venezia per gestire l’eventuale flusso dei turisti, e del pomeriggio, anche per Mestre.

Più in generale per i controlli in terraferma in questi giorni si vedranno i primi vigili urbani con il monopattino. Quattro pattuglie formate da agenti in borghese a bordo di monopattini. Avranno il compito di presidiare le aree di piazza Ferretto, piazza XXVII ottobre, Corso del Popolo, via Piave e via Miranese, ma anche viale San Marco. Gli agenti, a seguito di numerose segnalazioni giunte al Comando, si occuperanno di verificare il corretto utilizzo di monopattini e biciclette da parte dei cittadini. —


 

Banana bread al cioccolato

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi