Calici e patatine oltre l’orario multato un bar

Un altro bar sanzionato a San Donà per la violazione delle normative anticovid: 5 giorni di chiusura e 400 euro di multa per un pubblico esercizio nella frazione di Mussetta. Alle 19, 15 di venerdì gli agenti della polizia locale di San Donà hanno fatto un controllo all’interno del locale e trovato 9 clienti che stavano consumando spritz e prosecco con le patatine. Per la polizia locale di San Donà questa è la quinta attività sanzionata dall’inizio dell’anno. Un parrucchiere e tutti gli altri pubblici esercizi, gestiti da stranieri e anche italiani. E sono stati tutti sanzionati per non aver rispettato gli orari di chiusura, la maggior parte, o per i troppi assembramenti all’interno. Nei mesi scorsi ci sono state diverse proteste dei cittadini e anche segnalazioni o richieste di intervento alla polizia locale e alle forze dell’ordine in generale in merito a queste violazioni. La Confcommercio mandamentale, con il presidente Angelo Faloppa, ricorda che si tratta di numeri modesti in rapporto a tutte le attività che nel Veneto orienatel ammontano a 1.800 pubblici esercizi complessivi. «Le regole devono essere rispettate e non si discute, ma comprendo l’esasperazione dei titolari di attività. Non è certo facile, ma resta il fatto che bisogna rispettare le norme».

Giovanni Cagnassi


Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi