Controlli anti assembramenti per lo spritz agli Ormesini, ma si accalcano a San Trovaso

Assembramenti per l'aperitivo a San Trovaso

Transenne a limitare le aree di Riviera XX Settembre a Mestre e nastro retraibile in fondamenta degli Ormesini, in Erbaria a Rialto e in campo Santa Margherita

VENEZIA. Scattato puntuale il servizio anti assembramenti nell’ora della movida. Come nel fine settimana scorso forze dell’ordine e polizia locale hanno iniziato a presidiare le zone dello spritz in centro storico a Venezia e a Mestre.

Transenne a limitare le aree di Riviera XX Settembre a Mestre e nastro retraibile in fondamenta degli Ormesini, in Erbaria a Rialto e in campo Santa Margherita. Sabato il servizio vede impiegati un’ottantina di addetti alla sicurezza. Si tratta di cinquanta agenti della polizia locale e trenta persone tra poliziotti, carabinieri e finanzieri.

Tutti diretti dalla Control Room della polizia locale dove si può tenere sotto controllo la situazione grazie alle telecamere di videosorveglianza del Comune. Qualcuno fa osservare che lo spritz blindato non piace.

Domani (domenica 21) il servizio in fondamenta degli Ormesini inizierà alle 11, anziché alle 15. Infatti si teme l’arrivo di giovani da fuori città fin dal mattino. Anche questa sera nelle zone a rischio sono presenti l’assessore al Commercio Sebastiano Costalonga e il comandante della polizia locale Narco Agostini.

La beffa è stata che mentre veniva presidiata una zona si sono registrati degli assembramenti giovani da un'altra parte, a San Trovaso. Doveva prevalere il buon senso dei ragazzi ma non è stato così.

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi