Contenuto riservato agli abbonati

Travolto sulla Brentana a Mira mentre va in edicola, muore dopo cinque mesi

Giampaolo Golin aveva 74 anni e abitava con la moglie a Dolo. Era stato investito a settembre e ricoverato in gravi condizioni. Giovedì mattina i funerali in Duomo

MIRA. Muore cinque mesi dopo l’incidente che lo aveva visto gravemente coinvolto a Mira. Questa la tragica fine di Giampaolo Golin, pensionato di 74 anni residente a Dolo in via Martiri della Libertà. A raccontare cosa è successo è la figlia Paola. «Mio papà», spiega, «è stato investito da un’auto lo scorso settembre in centro a Mira. Stava attraversando a piedi la regionale 11 Brentana quando è stato centrato da un mezzo in transito. Mio papà non stava attraversando sulle strisce, ma comunque in pieno centro del paese. Erano le 6.30 del mattino e con ogni probabilità era uscito per andare a comprare il giornale visto che sul lato Naviglio della carreggiata c’è un’edicola».

Dopo l’investimento erano scattati i soccorsi immediatamente sia da parte dell’investitore che da parte degli automobilisti che avevano assistito alla scena. Sul posto era arrivata anche l’ambulanza dal vicino ospedale.


«I soccorritori», continua la figlia Paola, «si erano subito resi conto che le condizioni di mio papà erano molto gravi. Per far chiarezza su quello che è successo ci siamo rivolti anche ad un legale».

Giampaolo Golin, dopo 5 mesi di lotta per la vita, è morto lo scorso 6 febbraio all’ospedale dell’Angelo a causa delle ferite riportate nell’incidente.

La notizia della morte dell’uomo ieri mattina a Mira, paese di cui era originario, era sulla bocca di tutti. Tanti in paese avevano sentito parlare dell’incidente che gli era capitato, ancora a settembre, e avevano saputo della gravità del sinistro. Alla famiglia in queste ore sono arrivati tanti messaggi di affetto e cordoglio per la perdita del loro congiunto. I funerali dell’uomo, dopo gli accertamenti disposti dall’autorità giudiziaria, sono stati fissati per giovedì alle 9.30 nel Duomo di Dolo, dove il feretro arriverà dall’ospedale di Mestre.

Giampaolo Golin lascia la moglie Silvana, i figli Paola e Matteo, i parenti e tanti amici. Dopo le esequie, si proseguirà per il cimitero di Locara di San Bonifacio (Verona) dove l’anziano verrà sepolto. Si tratta del paese di cui era originario il padre di Giampaolo ed i nonni. —

Alessandro Abbadir

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi