Investita dalla bicicletta risarcimento negato

VIGONOVO

Una donna viene travolta da una bici elettrica mentre cammina per strada ma per l'assicurazione è colpa sua. A spiegarlo è Studio3 A al quale la donna si è rivolta per avere giustizia.


Una 62 enne di Vigonovo, il mattino dell’11 settembre 2019, stava percorrendo a piedi via Dante in direzione Stra, tenendosi sul bordo destro della strada, il più vicino possibile al guardrail, quando, giunta in prossimità dell’ingresso del parco “Sarmazza” e del ponte sull’Idrovia, è stata colpita alla schiena da una bicicletta elettrica condotta da un 56enne, anche lui del posto, che l’ha scaraventata a terra.

La malcapitata è finita all’ospedale di Dolo, trasportata dall’ambulanza del Suem, ha rimediato un trauma cranico con una brutta ferita lacero contusa al cuoio capelluto e la distrazione di un ginocchio, per una prognosi di trenta giorni, più altri danni materiali. L’incidente era stato rilevato dagli agenti della Polizia Locale di Vigonovo.

L’assicurazione ha negato ogni responsabilità da parte del proprio ciclista assicurato, obiettando che il pedone avrebbe dovuto circolare nel senso opposto a quello dei veicoli in marcia. «Un’osservazione corretta» sottolinea Studio3 A «ma che al massimo può configurare un concorso di colpa da parte della sessantaduenne, non certo azzerare la prevalente responsabilità dell’investimento, che grava sul conducente della bicicletta». —



Banana bread al cioccolato

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi