Contenuto riservato agli abbonati

Bimbo di 3 anni positivo, chiuso l’asilo di Pradipozzo di Portogruaro

In totale la scuola don Gildo De Marco è frequentata da una trentina di alunni, di cui almeno 10 sono in classe col contagiato. Il bimbo positivo è in isolamento a casa, con la famiglia. Tutti gli altri bambini della classe, a stretto contatto con il positivo, dovranno sottoporsi al tampone 

PORTOGRUARO. Bambino di 3 anni positivo, chiude l’istituto don Gildo De Marco nella piccola località di Pradipozzo, frazione di Portogruaro.

La scuola, qualora tutto dovesse procedere per il verso giusto, riaprirà soltanto il 18 febbraio. La decisione in merito all’ingresso del virus nell’istituto e alla conseguente chiusura della scuola materna è stata comunicata dalle maestre ai genitori dei bambini ieri mattina.

In totale la scuola è frequentata da una trentina di alunni, di cui almeno 10 sono in classe col contagiato. Il bimbo positivo è in isolamento a casa, con la famiglia. Tutti gli altri bambini della classe, a stretto contatto con il positivo, dovranno sottoporsi al tampone nel più breve tempo possibile. Nel frattempo i piccoli alunni e i rispettivi genitori rischiano la quarantena fiduciaria, con le ovvie conseguenze.


Il fatto ha colto di sorpresa anche il Comune di Portogruaro. Ufficialmente non è giunta, almeno fino alle 14 di ieri, alcuna comunicazione a riguardo. Molto vicino alla scuola abita l’assessore ai Lavori pubblici Luigi Geronazzo che, assieme all’assessore Pietro Rambuschi, ha conosciuto da vicino l’esperienza della positività al Covid, fortunatamente alcuni mesi fa e senza conseguenze.

«Non sappiamo granché di questa positività, sappiamo solo che per un alunno positivo rimarrà chiusa tutta la scuola. Invito i genitori a non spaventarsi e a mantenere la calma. Chi ha avuto un contatto stretto con il bambino è pregato di rivolgersi alle autorità sanitarie». L’Ufficio Igiene dell’Usl 4, sezione di Portogruaro, è già al lavoro e fino a ieri sera era un brulicare di telefonate.

I casi positivi di alunni tra asilo e superiori, a Portogruaro, si contano dall’inizio della seconda ondata, su due mani. A ottobre si erano registrati tre casi alle scuole di Caorle, legate al famoso focolaio nato a seguito di un matrimonio. Mai però si era registrato un caso di positività in uno scolaro così piccolino, nemmeno durante la prima ondata.

Nell’Usl 3, invece, erano 40 (dati di domenica) le classi con almeno un caso di Covid. La parte del leone la fanno le classi di scuola media: 15. Al secondo posto le elementari (11) e a seguire materne (9) e superiori (4). Tra i comuni, la situazione più critica si registra a Venezia: tra centro storico, isole e terraferma sono 13 le classi interessate da casi di contagio.

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi