San Donà, l’ex tribunale va all’Usl 4 al costo di 2,5 milioni di euro

Risolto il contenzioso su un marciapiede il dg Bramezza ha deciso l’acquisto. Saranno lasciati liberi gli uffici Inps che costavano 200 mila euro di affitto

SAN DONÀ. L’Usl 4 acquisterà l’ex tribunale di via Trento. Il direttore generale, Carlo Bramezza, entro la conclusione del suo mandato, con i due mesi di commissariamento fino a febbraio, ha annunciato l’operazione che era stata interrotta a causa di un marciapiede contestato che compariva sul mappale e risultava ancora della vecchia proprietà dell’immobile.

Superato il problema di ordine burocratico, l’Usl del Veneto orientale potrà acquistare dalla Bnp Paribas, ritornata proprietaria dell’immobile in quanto il leasing originario non era stato più pagato, l’intero immobile dell’ex tribunale per un costo di circa 2 milioni e mezzo di euro.

Si sblocca finalmente la questione dell’ex tribunale di via Trento che era stato chiuso dopo la riforma della giustizia e il taglio drastico, da parte del Ministero della Giustizia, delle sedi distaccate. La società che lo aveva costruito, per circa 6 milioni di euro, e affittato al Comune con un canone annuale di 400 mila euro, che poi il Ministero avrebbe dovuto rifondere, aveva fatto causa al Comune quando aveva deciso di non pagare più l’affitto. L’amministrazione comunale in carica aveva dimostrato che, venendo a mancare la funzione per la quale era stato realizzato l’immobile, il canone non era più dovuto. E ha vinto la causa.

L’ex tribunale era stato quasi ceduto all’Usl una prima volta, ma l’operazione era stata bloccata dal leasing Bnp in quanto la società che lo aveva realizzato non poteva più rivenderlo avendone perduta la proprietà. L’acquisto direttamente dalla Bnp Paribas era stato bloccato a causa di quel problema nel mappale ora finalmente risolto.

L’Usl lo acquisterà entro febbraio, poi farà i lavori di adeguamento e vi trasferirà gli uffici del dipartimento di prevenzione e gli altri uffici che lasceranno gli spazi in via Trento, sede dell’Inps, per i quali pagava un canone di 200 mila euro annui. L’Inps non percepirà più il canone e avrà nuovamente molti spazi liberi da affittare. L’Usl 4 procederà poi anche nella ristrutturazione dell’ospedale di Jesolo, per altri 10 milioni, ampliando subito la terapia semintensiva con altri 18 posti letto sopra il pronto soccorso, costo 900 mila euro. E altri milioni di euro saranno investiti per riqualificare anche l’ospedale di Portogruaro. —

 

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi