Visitare Venezia dal divano di casa: guida turistica lancia i nuovi tour online

Luisella Romeo in Piazza San Marco. La guida turistica ha inaugurato un nuovo modo di visitare la città online (foto Stefano Mazzola)

L’iniziativa di Luisella Romeo che “accompagna” i clienti nel mondo tra calli e palazzi. «Un successo impensabile»

VENEZIA. Luisella Romeo porta in diretta Venezia nei salotti inglesi come nelle case degli americani grazie alla piattaforma web Zoom. Lei serve le bellezze di una città unica, mentre appassionati e colti turisti, comodamente seduti sul loro sofà, si fanno guidare nelle pieghe della nostra città mentre sorteggiano un tè. Luisella è una guida turistica ufficiale di Venezia che, dal marzo dello scorso anno, è rimasta praticamente senza lavoro.

Come del resto centinaia di sue e suoi colleghi. Ma di certo non si è arresa e ha sfruttato una predisposizione che già aveva: saper usare la rete per il suo lavoro. Non c’è social dove non compaia il suo account “seevenice”. Con questo regala pillole di storia, di bellezza e racconti.

A marzo si è resa conto che prima rivedere turisti sarebbero passati anni. Lei non poteva attendere con le mani in mano e quindi ha iniziato con una serie di webinar nei quali ha coinvolti dei suoi clienti sparsi in vari Parsi europei. Preparava schede, foto, elaborava testi e dal salotto di casa ai Gesuiti faceva lezioni a turisti appassionati. In mancanza di altro, sicuramente andava bene anche questo.

Ma il contatto con la città e le bellezze che conserva le mancava. Succede poi che attraverso delle sue clienti inglesi conosce il responsabile di una serie di The Arts Societies. Immaginate delle associazione gli amici della musica, dei musei. Lui le spiega che come Societies, organizzano visite virtuali guidate a palazzi, musei e luoghi d’interesse culturale.

Nella testa di Luisella si accende l’idea di portare lei Venezia nel mondo, attraverso il suo smartphone un gimball e la piattaforma Zoom, che abbiamo imparato ad usare per lo smart working durante la pandemia.

Racconta Luisella: «Mi collego al link stabilito e lo stesso fanno i clienti. La piattaforma consente di avere anche centinaia di persone collegate allo stesso momento. Il mio viso si vede solo all’inizio, poi la videocamera inquadra monumenti, palazzi, calli e canali inseriti nella passeggiata scelta. Le domande vengono fatte in una chat e il coordinatore del gruppo mi avvisa se alla domanda bisogna rispondere subito".

"È decisamente un modo nuovo di fare la guida e che ha permesso anche a medi scoprire particolari che non avevo mai notato. Del resto quando sei dal vivo con i clienti devi guardare loro non tanto il monumento di cui parli. Devi stare attenta che si stanchino troppo, che ti sentano e che abbiano capito» continua Luisella. «Fino ad ora ho trovato persone entusiaste e che non vedono l’ora di tornare da noi. Un successo insperato. A dicembre e anche in queste settimane di gennaio ho lavorato come in un anno normale. Un’americana ha voluto un tour esclusivo per il suo compleanno e per seguirlo si è alzata alle sei del mattino». Luisella è conosciuta per la sua capacità di creare empatia, di trascinare emotivamente le persone nella bellezza. Perché è lei la prima innamorata della città.

Svela un piccolo segreto. «Molti sono i turisti che amano le storie, più che il racconto sui monumenti o sulle chiese. Le storie affascinano sempre e regalano emozioni», conclude Luisella. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi