In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Domani l’addio a Enzo Il commosso ricordo dell’ex sindaco Orazio

Francesco Macaluso
1 minuto di lettura

CAVALLINO

«Mi salutava ancora con un sonoro “ciao Capitano” in ricordo della mia militanza giovanile nel calcio Treporti di cui lui era stato mister a metà anni’ 80». Queste le parole dense di affetto ed emozione dell’ex sindaco e consigliere comunale, Claudio Orazio, riferite a Fabio Enzo, gloria della serie A scomparso lunedì per Covid a 74 anni, alla vigilia della cerimonia funebre prevista per domani alle 15 nella chiesa parrocchiale di Santa Maria Elisabetta.

Rievocano la stagione 1983-1984, quando il bomber era tornato in laguna a 37 anni dopo aver giocato nelle squadre di club di mezza Italia, ritagliandosi un campionato straordinario come allenatore-giocatore nella prima squadra biancorossa del Treporti, come riporta fedelmente la sua biografia “Fabio Enzo, Re di Roma” scritta da Adriano Berton.

Nel ruolo di suo compagno e capitano della squadra c’era proprio Claudio Orazio che lo ricorda come un amico e allenatore di grande spessore tecnico. «Con Fabio Enzo» spiega, «se n’è andato un importante pezzo di storia calcistica». Nei ricordi da mister del grande campione Fabio Enzo, di cui in vita non aveva mai fatto mistero, c’era una grande stima per il giovane calciatore Claudio Orazio, descritto come uomo di moderazione e di spogliatoio, paragonandolo spesso metaforicamente a Roberto Baggio per il mitico Carletto Mazzone a Brescia. Ha fatto sentire la sua vicinanza alla figlia Daria e ai famigliari anche la sindaca Roberta Nesto che considera Enzo «un esempio sportivo che ha portato il nome di Cavallino-Treporti alla cronache nazionali. Sentite condoglianze alla famiglia e a tutte le persone vicine al nostro campione». Un abbraccio collettivo da parte di tutta la comunità a favore della quale i famigliari del bomber hanno voluto devolvere tutte le eventuali offerte per il funerale sostenendo i servizi di assistenza verso i cittadini in difficoltà coordinate da Franco Bastianello di Uildm. —

Francesco Macaluso

I commenti dei lettori