Documenti falsi ai migranti. Sequestrati i beni a una coppia di Mestre

Marito e moglie procuravano dichiarazioni e titoli per ottenere il permesso di soggiorno. Tutti rigorosamente tarocchi

MESTRE. Otto milioni di euro tra immobili, società e conti correnti riconducibili ad una coppia mestrina che ha fatto fortuna sulle spalle degli immigrati. La coppia aveva un’agenzia in via Fratelli Bandiera a Marghera. 
 
Per anni i migranti si rivolgevano ai due per ottenere i documenti utili a rimanere in Italia. Ma purtroppo per loro si trattava di documenti falsi ottenuti con sotterfugi e dichiarazioni di persone inesistenti.
 
 Una volta che la polizia ha scoperto la truffa, la coppia si è trasferita a Modena, dove organizzava corsi ed esami d’italiano per stranieri. 
 
Ma anche qui, antesignani rispetto all’Università per stranieri di Perugia, gli esami erano una farsa. Alla fine la polizia scoprì il traffico di attestati falsi e smantellò tutto. Nell’affare la coppia coinvolse parenti e amici.

Tartellette di frolla ai ceci con kiwi, avocado e yogurt

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi