Un salotto per il consumo di droga in casa, arrestato nonno spacciatore

Settantenne di Mestre colto in flagranza da carabinieri e polizia locale. Nel suo appartamento cocaina e una stanza adibita allo sballo con piatti, bicchieri e tessere per sminuzzare lo stupefacente

MESTRE. Salotto della coca in casa: arrestato un settantenne di Mestre.

 T.F. è finito in manette in flagranza a chiusura di un'operazione antidroga dei carabinieri del nucleo operativo e radiomobile, assieme alla polizia locale di Venezia. Da tempo l'anziano era tenuto sotto controllo dagli investigatori.

Il blitz che ha portato al suo arresto è scattato al termine di controlli sui movimenti dell'uomo e degli acquirenti nel centro di Mestre, assieme alle segnalazioni sul territorio, che hanno consentito di risalire il canale dello spaccio andando a restringere l'area su cui concentrarsi, in una zona residenziale cittadina.

Notato il via vai di persone tossicodipendenti, è scattato il controllo nell'appartamento del settantenne, dove sono stati scoperti due involucri con quasi 50 dosi di cocaina da un grammo ciascuno. Dall'armadio e negli altri locali, con l'aiuto dei cani antidroga della polizia locale, sono state trovate altre sostanze.

Un'ultima stanza era stata allestita come una zona di consumo per gli ospiti in transito, con piatti pieni di polvere bianca, cannucce, bicchieri, tessere per sminuzzare e spandere la polvere, tovaglioli per pulirsi. Oltre alla cocaina è stato trovato mezzo chilogrammo di sostanza da taglio, quasi 9.000 euro in contanti e strumenti per confezionare le dosi.

Merluzzo al vapore al pomodoro e taggiasche, farro, cime di rapa alle mandorle

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi