Contenuto riservato agli abbonati

Furto in villa: i banditi in azione cercano di aprire la cassaforte

Paura in via del Veronese a San Donà dove i ladri sono stati costretti alla fuga dall’arrivo del proprietario. Sparito un anello di valore e danni agli infissi  

SAN DONA'. Furto in villa, paura in via del Veronese. I ladri sono stati messi in fuga dagli inquilini arrivati appena in tempo. Nel quartiere residenziale del Villaggio San Luca, lunedì alle 18 circa, la mamma del proprietario della casa ha chiamato i carabinieri sospettando che si fossero introdotti in casa i ladri nell’abitazione del figlio.

I banditi hanno scassinato la finestra e una volta entrati hanno iniziato a rovistare dappertutto fino a raggiungere la cassaforte. Hanno subito iniziato a tagliare la spessa lamiera con il flessibile. Poco più tardi è rincasato il proprietario e i ladri, due o tre, forse anche un “palo” che li attendeva nella zona all’esterno, sono nuovamente usciti dalla finestra che precedentemente avevano scassinato per entrare di soppiatto.

Non risulta siano riusciti infine a divellere la cassaforte e avrebbero rubato solo un anello prezioso trovato in casa. Ma i danni sono stati comunque ingenti per la famiglia che ha subito il furto e anche la sofferenza di veder violata la propria casa. I carabinieri sono arrivati sul posto dopo la chiamata, ma i ladri si erano già dileguati lungo le strade e stradine del Villaggio San Luca ormai arrivati all’imbrunire.

È iniziato così l’inseguimento in tutto il territorio, ma dei ladri non sono rimaste tracce. Adesso saranno visionate eventuali telecamere di sorveglianza nella zona per capire se si possano individuare nella fuga. Da qualche settimana non si sentiva parlare di furti in abitazione.

Ci sono stati dei furti o tentati furti nelle attività commerciali, tra cui la profumeria Paris e il negozio di intimo e articoli per la casa in via XIII Martiri, poi il negozio di tessuti Manopesca in piazza Rizzo. Tutti piccoli furti, talvolta neppure completati, che sembrano essere opera di una banda della zona.

Un altro furto in abitazione è stato segnalato verso via Brusade e si è concluso con la fuga di due nomadi, una delle quali saltando da una finestra si è procurata anche delle lesioni ed è stata fermata dai carabinieri.

La situazione è complessivamente sotto controllo, dopo il periodo più difficile tra novembre e dicembre, anche se di tanto in tanto i furti vengono segnalati a piccole ondate. Lucia Camata, assieme ai cittadini impegnati nella sensibilizzazione ai temi della sicurezza in città, è stata subito informata dell’accaduto. «Dobbiamo sempre ringraziare i carabinieri e le forze di polizia impegnate nel controllo del territorio», ha detto, «ma certo è fondamentale che i cittadini collaborino, denuncino e segnalino ogni persone sospetta.

È triste sapere che anche in questo periodo con la pandemia e le restrizioni cui siamo sottoposti debba restare la paura dei ladri. Continuano a progettare furti, violare le case e l’allarme si allarga a diverse zone della città». «Stupisce» conclude preoccupata, «anche sapere che questi banditi sono ben informati e sanno a che ora andare a colpire e dove cercare». —


 

Merluzzo al vapore al pomodoro e taggiasche, farro, cime di rapa alle mandorle

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi