La polizia trova due chili di cocaina nel campo di un agricoltore

L'uomo era stato fermato martedì 20 e trovato con mezzo chilo di droga. Lo studio delle mappe catastali ha permesso di trovare gli altri terreni che aveva in affitto

QUARTO D’ALTINO. Sequestrati dalla polizia due chili di cocaina ad un agricoltore, già arrestato nei giorni scorsi perché trovato in possesso di mezzo chilo della stessa droga.
 
Quest'ultimo ritrovamento, avvenuto in un terreneo adiacente ad una casetta nella campagna di Quarto d'Altino, seque l'operazione del 20ottobre quando gli agenti della squadra mobile avervano fermato per un controllo l'indagato a cui ha fatto seguito una perquisizione domiciliare, conlusasi appunto con il sequestro del mezzo chilo di cocaina.
 
Gli specialisti della polizia attraverso l'analisi delle mappe catastali e le immagini satellitari di Google Earth hanno accertato che l'agricoltore era proprietario di altri terreni. In uno di questi erano, infatti, nascosti sotto terra oltre 2 chili di cocaina.
 
Un quantitativo simile di stupefacente e di così elevata purezza era probabilmente destinato al mercato "all'ingrosso" del territorio veneziano e del trevigiano. Una volta "tagliata" la cocaina avrebbe consentito un ricavo di circa 400.000 euro. Le indagini sono ancora in corso.

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi