Coronavirus, 19 studenti positivi nel Veneziano. A Mirano una classe va in isolamento

Nella sola Usl 3, tra alunni e operatori, sono 16 gli istituti coinvolti: la quarantena di classe tocca però solo al Lorenz di Mirano

VENEZIA. Quattordici studenti e 3 operatori (insegnanti o collaboratori scolastici) positivi, a partire da 1.670 tamponi effettuati. È questa l’entità del contagio da Covid negli istituti dell’Usl 3 Serenissima, come ha riportato questa mattina - giovedì 24 settembre - il direttore generale dell’azienda sanitaria Giuseppe Dal Ben.

Ogni caso è stato seguito scrupolosamente dal team guidato dal direttore del dipartimento di prevenzione Luca Sbrogiò ed è uno il fenomeno particolarmente rilevante: alla positività di uno studente o di un insegnante non fa seguito necessariamente la messa in quarantena dell’intera classe.

Anzi, a partire dai casi rilevati nei 16 istituti del territorio, è appena una la classe i cui studenti, da indicazioni dell’Usl, sono in isolamento precauzionale. Si tratta di una classe dell’istituto tecnico-professionale Lorenz di Mirano.

Quanto agli altri isolamenti - nel complesso, una quarantina - questi interessano 11 bambini delle primarie e 3 tecnici. Negli altri gruppi, quindi, l’indagine epidemiologica e le rassicurazioni dei dirigenti scolastici hanno convinto l’azienda sanitaria a far rientrare in aula gli studenti, comunque tutti sottoposti al tampone, una volta ricevuto l’esito negativo dell’esame.

In Veneto Orientale, invece, 5 bimbi sono risultati positivi, con il coinvolgimento di 7 classi totali tra Portogruaro, San Donà di Piave e Meolo. Sono stati disposti tamponi a 173 persone tra alunni ,insegnanti e genitori: tutti risultati negativi.

Situazione confortante nelle case di riposo e nei centri per disabili del territorio: a oggi, su circa 1.200 soggetti totali, non ci sono positivi.

I test su ospiti e lavoratori vengono eseguiti costantemente ogni 30 giorni. Al termine delle recenti elezioni, l’azienda sanitaria ha fornito un bilancio anche sugli scrutatori impegnati ai seggi che volontariamente si sono sottoposti al test (circa il 43%). In 5 giorni sono stati eseguiti 573 tamponi: tutti sono risultati negativi.

In generale, in questa Usl, sono invece attualmente 51 le persone positive al Covid-19, con 180 cittadini in isolamento domiciliare. A fare il punto della situazione per questo territorio, questa mattina all’ospedale di Portogruaro, è stata direttamente l’azienda sanitaria. 

Dall’11 al 23 settembre i casi riscontrati sono stati 37, con un’età media di 36 anni. I microfocolai presenti sul territorio sono 15, uno riguardante San Donà e uno Fossalta di Piave.

 

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi