Contenuto riservato agli abbonati

Rubato il microfono per “ascoltare” la laguna di Venezia

L’amara scoperta fatta dai ricercatori del Cnr. Aveva misurato il silenzio dei fondali durante il periodo del lockdown

VENEZIA. Serviva per quello che poteva sembrare un esperimento impossibile, ovvero misurare il silenzio dei fondali, ma è stato rubato. Il Cnr di Venezia lancia un appello a tutta la cittadinanza per chiedere a chi lo ha portato via di restituire l’idrofono (un microfono utilizzabile in acqua), prestato dalla Regione Marche agli scienziati veneziani dal valore di circa ventimila euro.

L’idrofono era attaccato a una bricola vicino alla Certosa.


«Oltre al grave danno economico» spiega la referente della ricerca Fantina Madricardo «Vi è l’inestimabile valore dei dati registrati per il periodo da giugno a settembre in periodo post lockdown, in una situazione impossibile da riprodurre.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori

Video del giorno

Venezia. Pignorata la principale biglietteria dell'azienda di trasporto

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi