Contenuto riservato agli abbonati

Addio alle perle di Mazzucco: «Per Venezia è una disfatta»

In liquidazione la storica ditta di Cannaregio, dall’85 gestita dalla famiglia Darin: «La crisi era nell’aria, con il Covid è esplosa. Un dolore licenziare i dipendenti»

VENEZIA. Tonnellate di storia veneziana in liquidazione e cinque lavoratrici a casa. La ditta di produzione di perle a lume dei successori di Romano Mazzucco ha chiuso i battenti. Acquistata nel 1985 dalla famiglia di Paolo Darin, l’attività, con una lunga storia già alle spalle, ha vissuto tempi gloriosi che oggi sembrano un lontano passato.

«È una disfatta» dice Darin in un ufficio circondato da scatoloni con tonnellate di perle di ogni tipo che attendono di essere vendute (o meglio svendute) per pagare i debiti accumulati.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori

Video del giorno

Taranto, spara contro l'auto della polizia e ferisce due agenti: la raffica di colpi ripresa dalla telecamera

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi