In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Gli ambulanti non ci stanno «Due pesi e due misure»

Proteste a san donÀ per il no alla fiera

G.Ca.
1 minuto di lettura

SAN DONÀ

Fiera del Rosario sospesa, gli ambulanti puntano il dito contro le altre manifestazioni in corso a San Donà. Tra queste anche “TerrEvolute” promossa in questi giorni dal Consorzio di Bonifica, con tanto di palco, posti a sedere, spettacoli e conferenze. La polemica non si placa e ambulanti ed esponenti dello spettacolo viaggiante, aderenti alle associazioni Goia e Anesv, sono intenzionati a protestare, dopo che lo hanno fatto in piazza e sul corso pedonale. Stano pensando di presentarsi al prossimo Consiglio comunale e nel giorno clou della fiera, la prima domenica di ottobre. Si stanno ora consultando tra di loro.

«Continuiamo a non capire come sia possibile», spiegano, «dare il via libera al mercato del lunedì e, in questi giorni, a tutti gli eventi promossi in piazza Indipendenza legati a TerrEvolute, ad esempio, con tanto di aree per mangiare e bere collegate. Noi siamo stati penalizzati e discriminati, anche se avevamo un piano di sicurezza, avremmo messo a disposizione gli steward, rispettato ingressi e uscite e distanze oltre che igienizzazione e mascherine. E ci risulta oltretutto che il Comune lascerà organizzare anche la festa della Polenta con centinaia di persone. Vogliono poi allargare i plateatici ai pubblici esercizi e negozi, ma ciò creerà assembramento».

Il Pd di San Donà ha lanciato una stoccata alle forze politiche, Fdi e Lega, i cui esponenti si sarebbero visti in piazza nei giorni della protesta. «Noi siamo venuti ad ascoltare le ragioni di ambulanti e spettacolo viaggiante», spiegno Massimiliano Rizzello con Lucia Camata, «è vero che della fiera abbiamo discusso tutti assieme con la maggioranza al governo della città per la sospensione, ma non sapevamo che ci fosse una proposta per organizzare il mercato straordinario della fiera e anche il luna park in sicurezza». Il sindaco, Andrea Cereser, ha ribadito che una manifestazione da 50 mila persone a San Donà, come la Fiera del Rosario, non si sarebbe potuta organizzare in sicurezza con le risorse a disposizione e rilancia la fiera a km0 con i commercianti e i plateatici. E ha ricordato che a TerrEvolute la sorveglianza è ferrea. —



I commenti dei lettori