Tempesta di vento e grandine su Venezia. Corridoi dell'ospedale, campi del centro storico e Lido allagati

Danni per una grandinata con forti raffiche di vento per un vortice formatosi sopra la laguna. Alcune linee di navigazione si sono fermate. Zone del centro storico senza luce

VENEZIA. Una vera e propria pioggia tropicale, con un temporale che si è formato proprio a ridosso della laguna e ha flagellato Venezia con raffiche di vento,  pioggia e grandine per  quasi due ore, dalle 7.40 alle 9.30 circa.
 
Le raffiche di vento hanno formato vortici che hanno provocato danni, tra cui la caduta di alcuni comignoli, il distacco di alcuni intonaci e la caduta rovinosa di alcuni cartelloni eletorali, oltre a danni a barche, colture delle isole e la temporanea fermata di alcune linee di navigazione. Affondate anche alcune gondole dello stazio del Molo, davanti a Piazza San Marco.
 

Venezia, tempesta improvvisa, danni in città e gondole affondate

 
Alcune zone del Lido, dove si sta svolgendo la Mostra del Cinema, sono rimaste allagate per la pessima condizione delle fognature. Richieste d'aiuto sia dalla zona di via delle Alghe sia da quella centralissima di via Negroponte e del Gran Viale. Molti negozi e attività sono finite sott'acqua come se ci fosse stata un'alta marea eccezionale.
 

Lido di Venezia sott'acqua per un acquazzone. Auto e monopattini eletrici fuori uso

 
Idem in campo San Polo e ancora di più in campo Santa Margherita. Qui la mancata manutenzione dei tombini, molti dei quali sono risultati intasati, ha fatto sì che i campi si trasformasero in piscine, questa volta d'acqua dolce. Acqua anche all'interno dell'ospedale civile Santi Giovanni e Paolo molti collegamenti a piano terra dela zona monumentale sono stati invasi dall'acqua piovana.
 
 
Nella zona della Bragora molte case sono rimaste senza luce.
Video del giorno

Morte del sindacalista, schiaffo al responsabile della sicurezza in diretta tv

Gelato vegan al latte di cocco e ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi