Contenuto riservato agli abbonati

Allarme campanile di San Marco: «Fessure nel blocco di fondazione»

La lettera spedita dall’ingegnere Giorgio Macchi: «Servono monitoraggi ogni dieci giorni per evitare un altro crollo a distanza di 118 anni» 

VENEZIA. Esattamente il 14 luglio di 118 anni fa crollò il Campanile di San Marco. Esattamente ieri c’è a Venezia chi ha ricevuto, in forma di lettera aperta, un responsabile “avviso ai naviganti” riguardante proprio il Campanile di San Marco.

A inviarlo è stato un ingegnere, uno scienziato, un professore di fama mondiale che si chiama Giorgio Macchi, una personalità prestigiosissima nel campo della conservazione dei monumenti e per la quale si è sempre avvalso della sua straordinaria competenza in ingegneria strutturale.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori

Video del giorno

Hawaii, l'incontro inaspettato è da brividi: fotografo si imbatte in uno squalo bianco mentre nuota

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi