Il Centro Maree di Venezia: "Il Mose funziona, scarto di 30 cm fra laguna e mare"

Documentata, con i dati dei mareografi, l'evoluzione del fenomeno durante le operazioni di sollevamento delle paratoie nella prova generale di venerdì 10 luglio 

VENEZIA. «Il Mose funziona». Non lo dicono i tecnici del sistema, ma i "guardiani" della laguna, ovvero gli esperti del Centro maree di Venezia i cui strumenti venerdì, intorno alle 12.30, quando tutte e tre le bocche di porto erano chiuse dalle paratoie, hanno rilevato una misura in laguna di +18 centimetri sul medio mare, e contemporaneamente +50 oltre le barriere, cioè in Adriatico.

Il centro maree comunale ha quindi documentato, con i dati dei mareografi ,l'evoluzione del fenomeno . Il minimo di marea stamane era stato segnato ialle 8.40 con -11 cm. A mezzogiorno - con il sollevamento delle tre schiere di dighe in corso, ma non ancora ultimato - la marea in città, a Punta della Salute, ha segnato +21 cm mentre in mare era di + 35cm. In Adriatico ha continuato a salire, in Laguna invece, con le barriere del Mose ormai tutte alzate, si è fermata: anzi, per la distribuzione dell'onda di marea su tutta l'area lagunare, a Punta Salute ha 'persò qualche centimetro facendo segnare + 13 alle 12:30. Attorno alle 13.30 le paratoie del Mose hanno cominciato ad abbassarsi: in mare il livello della marea segnava +51 cm, mentre in laguna era a + 16 cm, con uno scarto di 35 cm. Con le schiere nuovamente abbassate il valore si è poi assestata sia in mare che in laguna.

 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

La Notre-Dame virtuale batte sul tempo la cattedrale reale. Ma attenzione alle vertigini

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi