Più di 400 mila euro sul piatto per progetti di volontariato

L’indennità del sindaco e di parte di giunta e consiglieri per le associazioni Croce Verde, Unitalsi e Avapo le tre realtà prime nelle graduatoria del bando

Quasi mezzo milione di euro di stipendio da sindaco - con il contributo economico anche di assessori e presidente del Consiglio comunale, devoluti a favore di progetti per il volontariato, 60 dei quali già finanziabili. E’ il “regalo” di fine consiliatura del primo cittadino Luigi Brugnaro, tenendo fede a quanto promesso nella precedente campagna elettorale.

Certamente un bel gesto. “Speso” anche al momento giusto, cioè nel pieno della nuova campagna elettorale per la sua rielezione. «Se sarò rieletto farò la stessa cosa», ha annunciato ieri presentando l’iniziativa con l’assessore alle Politiche sociali Simone Venturini, «anche perché dal Comune non ho preso nulla, se non molti caffè e qualche grappino, che però mi sono pagato da solo». Sono state centosessantacinque le associazioni partecipanti, 149 realtà ammesse e appunto 60 progetti finanziabili da subito per l’acquisto di beni e attrezzature o per la realizzazione di attività di solidarietà. All’incontro di ieri presenti anche Maurizio Ceriello, presidente Croce verde Mestre; Juccia Vianello, presidente Unitalsi Venezia; Paolo Sottovia, volontario Avapo Mestre in rappresentanza delle prime tre associazioni classificate della graduatoria. «Sto semplicemente mantenendo la promessa che avevo fatto in campagna elettorale», ha detto Brugnaro, «cioè che avrei devoluto lo stipendio e ho voluto che venisse predisposto un bando pubblico per garantire la massima trasparenza dell’istruttoria. E’ bello pensare che questi soldi andranno ad associazioni di volontariato per la realizzazione di progetti e iniziative o comprare beni di cui hanno necessità».


Dal 2015 al 31 maggio 2020 le risorse accantonate sono state 383.376 euro a cui andranno aggiunti, fino al termine della consiliatura, circa 50 mila euro per un totale di 433 mila euro. Ammonta a sessantaduemila euro la cifra delle quote percentuali di assessori e presidente del Consiglio comunale, mentre è di 28 mila euro lo stipendio devoluto dal consigliere comunale Paolo Pellegrini.

Con le risorse accantonate fino al 31 maggio verranno finanziati 60 progetti, di cui 30 per spese di investimento (fino ad un importo massimo di 13mila euro), come ad esempio l’acquisto di mezzi di trasporto, di arredi e attrezzature, e di altrettanti per spese di funzionamento (fino ad un importo massimo di 7mila euro) per attività di trasporto, manifestazioni a scopo educativo e di solidarietà; corsi con laboratori e attività sportive per disabili, sostegno alle famiglie, corsi per operatori. La Croce Verde ad esempio utilizzerà i fondi per l’acquisto di attrezzature e mezzi di soccorso; l’Avapo Mestre per il trasporto dei malati oncologici, la stampa di materiale informativo e il contributo ai professionisti che operano nell’associazione; l’Unitalsi infine per compare un pulmino attrezzato con pedana. —

E.T.



Crema spalmabile di lattuga, noci e feta greca

Casa di Vita
Video del giorno

Auto nel canale a Dolo, il guidatore aiutato a guadagnare la riva

La guida allo shopping del Gruppo Gedi