Venezia. L'icona moderna dellla "Madonna del Covid" nel Sotoportego de la Peste

L'opera dell'artista veneziana Maria Terzi nel punto in cui secondo la tradizione apparve Maria a protezione della città durante la pestilenza del 1630

VENEZIA. Gesù bambino in braccio e mascherina ben calzata sul volto. La Madonna del Covid è comparsa questa mattina a Venezia, nel sottoportego della Peste, a pochi passi da San Francesco della Vigna.

L'opera, realizzata dall'artista veneziana Maria Terzi, prende spunto dalle raffigurazioni materne tipiche dell'arte africana. Al tempo stesso è un chiaro richiamo alle speranza di guarigione dalla malattia.

La Madonna del coronavirus in Sotoportego de la peste a Venezia

E non è un caso che l'opera sia comparsa proprio nel sottoportego dove leggenda vuole che nel 1630 apparve proprio la Madonna per proteggere i residenti della zona dalla pestilenza in corso.

Ecco infatti il messaggio che accompagna l'opera comparsa stamattina: "Questo è per Noi, per la Nostra storia, per la Nostra arte, per la Nostra cultura; per la Nostra Città! Dalle terribili pestilenze del passato, alle più moderne pandemie del Nuovo Millennio, Noi Veneziani siamo ancora una volta Uniti nel chiedere la protezione della Nostra città".

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

La magia senza tempo della Tessitura Bevilacqua a Venezia

Torta di grano saraceno con mirtilli e mele

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi