In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Lavori a Porta Nord pubblicate le gare lavori al via entro l’anno

G.ca.
1 minuto di lettura

SAN DONà

Porta Nord, la programmazione non si ferma. Sono state pubblicate in queste settimane le gare per gli interventi, entro l’anno partiranno anche i lavori. I 5 milioni di euro del Bando Periferie sono confermati e non saranno toccati.

E l’Atvo con il presidente Turchetto lancia un messaggio di positività: «Non ci fermeremo, dobbiamo guardare avanti anche se non sarà facile» . Neppure in tempi di emergenza coronavirus, in cui il Governo è impegnato a reperire il più risorse possibile per far fronte alla crisi, i grandi lavori saranno bloccati nel territorio.

Il volano dell’economia per tutto il basso Piave e Veneto orientale dunque non è in bilico e prima poi la Porta Nord si aprirà definitivamente sulla città. Il finanziamento del bando è suddiviso tra il Comune di San Donà, Atvo e Rfi, per le nuove stazione, e genererà investimenti per almeno il triplo. E la Città Metropolitana ha già finanziato la presentazione di parte dei progetti. Atvo è impegnata nel realizzare la nuova autostazione, a circa 500 metri a nord della attuale stazione ferroviaria. Quest’ultima sarà chiusa e recuperata per altri utilizzi in quanto accanto alla nuova autostazione Rfi realizzerà anche la stazione del treni. Stazione dei treni e dei bus saranno dunque vicine alla porta Nord.

«Noi andiamo avanti», conferma il presidente Atvo, Fabio Turchetto, «si fermeranno magari altre opere di corredo, come ad esempio il nuovo impiego della attuale autostazione, l’eventuale acquisto dell’immobile Silos dopo la zona cantina sociale e altro».

Il sindaco di San Donà, Andrea Cereser, ha confermato che pubblicati i bandi per l’assegnazione dei lavori, l’iter è iniziato. «Le risorse del finanziamento del Bando Periferie», spiega, «non si toccano e sono già disponibili pertanto abbiamo ottime possibilità di guardare al futuro con positività».

I lavori saranno assegnati alle imprese che concorreranno ai bandi e probabilmente ci vorrà un po’ più di tempo a causa di questa emergenza che fino a un mese fa nessuno si sarebbe aspettato. Assegnati i lavori, ci vorranno circa 18 mesi per completare l’intervento che prevede la “Cantina dei Talenti” nell’area ex cantina sociale. Fare previsioni sui tempi ad oggi è complicato, ma il progetto non si è fermato e questo è un messaggio sicuramente positivo. —

G.ca.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori