Pontile a San Zaccaria entro la settimana Il definitivo pronto solo a fine estate

Soluzione provvisoria al ponte della Paglia per le linee 5.2 e 4.2. Da mercoledì, sospeso per lavori l’approdo B di Rialto 

Con i battelli insolitamente vuoti a causa dell’emergenza sanitaria e nonostante i timidi accenni di primavera, Actv prova a tornare alla normalità dopo i 12 milioni di euro di danni subìti con l’acqua alta del 12 novembre. Nei gironi scorsi è stata completata la costruzione del pontile provvisorio (approdo G) vicino al ponte della Paglia.

Entrerà in funzione a partire dalla fine di questa settimana (tra giovedì e venerdì). Da qui partiranno le linee 5.2 e 4.2. Con il pontile della Paglia, si completa così la redistribuzione delle linee di navigazione dopo i gravi danni all’imbarcadero dell’hotel Danieli, fuori uso da metà novembre. Con l’approdo A e B confermati - insieme alle linee 14 e 15 per Lido e Punta Sabbioni e per le linee 2 e 20- da diverse settimane è attivo l’approdo provvisorio B 1 (dedicato alle linee 4.1 e notturno per Giudecca ed Alilaguna per aeroporto). All’approdo D, invece, Confermata ancora la linea 1 in direzione piazzale Roma all’approdo C (Monumento) la linea 1 e 5.1 e Notturno in direzione Lido all’approdo D.


La suddivisione delle linee di navigazione a San Zaccaria resterà in vigore fino a quando non saranno ripristinati gli approdi E ed F dell’imbarcadero all’hotel Danieli. In questo caso, fa sapere l’azienda, i lavori dureranno almeno sei mesi dall’inizio dei cantieri. I tempi dunque si dilatano e il ritorno alla normalità è previsto a fine estate.

La struttura rientra infatti nell’area Marciana, e pertanto prima di tornare alla normalità con una struttura in grado di resistere all’urto della marea sarà necessario ottenere l’ok della Soprintendenza. Il nuovo imbarcadero potrebbe essere allargato rispetto al precedente. Solo un’ipotesi, al momento, al pari dell’uso dei pali in demerara, un legno equatoriale (ad oggi vengono usati rovere o larice).

Anche per gli altri approdi della città, i lavori di Actv non conoscono sosta. Da dopodomani, per esempio, sarà sospeso l’approdo B di Rialto per lavori di rifacimento all’impianto. San Tomà (A e B) resta sospeso fino al 10 aprile. La linea 2 si fermerà in via straordinaria a Sant’Angelo in entrambe le direzioni. La linea N, invece, a San Silvestro, Sant’Angelo e Ca’ Rezzonico in entrambe le direzioni.

Sospesi anche gli approdi di Burano A, B e C per urgenti lavori di manutenzione fino all’11 aprile.

Conto alla rovescia anche per l’imbarcadero dell’Arsenale. Le sue immagini, insieme all’allagamento del centro storico, avevano fatto il giro del mondo a causa del battello scaraventato dalla forza dell’acqua sopra la passerella in cemento. I lavori di manutenzione sono ancora in corso, ma l’azienda prevede una sua riapertura entro la fine di marzo o l’inizio di aprile. Tempistica identica per gli approdi di Murano Faro. —

E.P.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Merluzzo al vapore al pomodoro e taggiasche, farro, cime di rapa alle mandorle

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi