In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Era ubriaco il ciclista investito La polizia locale cerca testimoni

A.Ab.
1 minuto di lettura

CAMPONOGARA. Un censimento per monitorare le strade più pericolose di Camponogara e un progetto per risistemare l’incrocio di via Ca’Diedo con la messa in sicurezza delle due intersezioni, protocollato alla Città metropolitana di Venezia e al Comune.

Sono le iniziative del consigliere comunale Franco Ferrari della lista “Civica per il Veneto”. «Propongo» spiega Ferrari «l’avvio di un progetto denominato “Strade in sicurezza”, quindi un censimento delle richieste pervenute. Per esempio: la messa in sicurezza dell’incrocio di via Togliatti, realizzazione del marciapiede di via Menin, la messa in sicurezza del passaggio pedonale in via Battisti, il rifacimento segnaletica verticale e orizzontale in prossimità delle scuole. Va creata una scheda per ogni intervento e ne va verificata la priorità: stesura manto, segnaletica verticale e orizzontale, modifica intersezioni, ripristino cordoli in cls, eventuali ripristini di marciapiedi. Tutto con l’obiettivo di predisporre uno studio di fattibilità da presentare alla cittadinanza entro fine febbraio, per poi verificare il costo complessivo degli interventi da effettuare sul territorio».

«Nel frattempo ho presentato» spiega Ferrari «il progetto “Riqualificazione delle intersezioni tra Via Ca’Diedo – Camponogara e la Sp 13 “Antico Alveo del Brenta” della Città metropolitana di Venezia, da sottoporre all’esame del sindaco Fusato, per un confronto con la Città Metropolitana e un accordo tecnico sugli interventi da finanziare». —

A.Ab.

I commenti dei lettori