Pellestrina, un morto. Fulminato dalle pompe anti allagamento

Giannino Scarpa, 78 anni è stato preso in pieno dalla scarica elettrica mentre tentava di salvare la sua abitazione dall'allagamento. 

Pellestrina, decine di abitazioni allagate: Abbiamo perso tutto

PELLESTRINA. Un morto e decine di abitazioni allagate. Si aggrava il bilancio dell’acqua alta eccezionale che ha colpito la laguna veneta martedì notte. La punta di 187 centimetri sul medio mare toccata dalla laguna è solo la punta dell’iceberg che ha colpito il centro storico e le isole.
 
A Pellestrina una persona è morta dopo essere rimasta fulminata nel tentativo di riavviare le pompe che assicurano la difesa delle abitazioni dall’invasione dell’acqua alta.
 
Si tratta di Giannino Scarpa, 78 anni. La scossa lo ha colpito in pieno, uccidendolo. Inutili i soccorsi subito portati dagli altri abitanti e dal personale del Suem. Sul posto i carabinieri, che hanno confermato la morte per la scossa ricevuta dalla pompa a immersione.
 
Ingenti i danni anche alle abitazioni non allagate con il vento e la pressione dell’acqua che hanno sfondato le finestre.
 
Pericoli rappresentati anche da decine di imbarcazioni che sono state strappate dagli ormeggi.
 
Almeno tre quelle uficialmente affondate, ma è ancora imprecisato il numero di quelle alla deriva nella notte e a luci spente.
Video del giorno

Salento, violenta tromba d'aria: bagnanti in fuga e alberi divelti a Melendugno

Focaccia con filetti di tonno, cipolla rossa e olive

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi