Elettrodotto non interrato «Mira non è di serie B»

MIRA. «Il Comune dice no ad un tratto di elettrodotto in aereo. Ho sollevato da subito la questione e come sindaci della Riviera, se necessario, interpelleremo anche il ministro dello Sviluppo Economico Patuanelli». A dirlo è il sindaco Marco Dori dopo che la questione del tratto in aereo dell’elettrodotto fra Malcontenta di Mira e Dolo è emersa nel corso della conferenza dei servizi in Regione. Per la realizzazione dell’elettrodotto interrato è previsto un investimento di 400 milioni. Di fatto l’elettrodotto avrà un “tracciato spezzatino”. Tra Fusina e Malcontenta sarà interrato. Tra Malcontenta e Dolo ci saranno i tralicci ad alta tensione. C’è poi il tratto fra Dolo e Camin che invece Terna ha deciso di interrare anche dopo le battaglie di comitati e sindaci. «I cittadini di Mira», conclude Dori, «non sono di serie B. Con i sindaci della Riviera, con cui è programmata una riunione a breve, attiveremo tutte le forme di pressione affinché un tracciato del genere non si realizzi». —

A. Ab


Video del giorno

Emozione a Jesolo, la prima tartarughina nata in spiaggia raggiunge il mare

Timballo di alici

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi