Addio Matteo, spirito libero stroncato da un batterio letale

È spirato all’ospedale dell’Angelo: aveva 40 anni e lavorava alla Petroven, la sua passione più grande era la laguna