In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Cinque nuovi portali elettronici blindati i varchi d’accesso alla città

Cantieri nelle strade provinciali, le telecamere registreranno le targhe delle auto, in attesa della control room

Carlo Mion
1 minuto di lettura



I portali per la lettura delle targhe in entrata nella Città Metropolitana erano uno dei punti qualificanti del Patto per la Sicurezza firmato, lo scorso 2 aprile, in Prefettura dal Sindaco Luigi Brugnaro e dal Prefetto Vittorio Zappalorto. Da oggi e fino al 9 settembre saranno installati altri cinque portali dei sette previsti nella prima fase del progetto a carico della Città Metropolitana. Due già sono stati installati e quindi saranno sette le strade di accesso al veneziano “protette” da occhi elettronici.

Inizialmente i sistemi elettronici saranno collegati con la Sala Operativa della Questura e consentiranno di verificare, attraverso la lettura immediata delle targhe, se l’auto è stata segnalata in precedenza o se è stata rubata. Per il momento, in attesa che sia realizzata la nuova sala operativa della polizia locale al Tronchetto, i varchi elettronici non saranno utilizzati per sanzionare eventuali irregolarità al codice della strada. In questo momento l’uso è finalizzato a garantire sicurezza. Dopo le prime due installazioni avvenute nei primi giorni di agosto sulla Sp 78 nel Comune di Cinto Caomaggiore nelle vicinanze dell’uscita autostradale della A28 a Sesto al Reghena al confine con il Friuli Venezia Giulia e sulla Sp 58 nel Comune di Ceggia al confine con la Provincia di Treviso vicino al casello di Cessalto sempre della A4, da oggi inizieranno i lavori su altre cinque strade provinciali con conseguenti possibili rallentamenti del traffico. Le strade interessate dai cantieri saranno la Sp 17 “Prozzolo – Vigonovo” in comune di Vigonovo, la Sp 25 “Santa Maria di Sala – Fiesso d’Artico” in comune di Fiesso D’Artico, la Sp 38 “Mestrina” in comune di Noale, la Sp 84 “Scorzè – Scandolara” in comune di Scorzè e la Sp 39 “Moglianese” sempre in comune di Scorzè.

Durante i lavori di installazione delle strutture portanti degli “occhi elettronici” ci saranno possibili brevi interruzioni della circolazione in ambo i sensi di marcia. Interruzioni brevi e non superiori a 15 minuti tra le 8 del mattino e le 19 di sera, e per il tempo strettamente necessario all’esecuzione di alcune lavorazioni. Verrà garantito, in ogni caso il transito dei mezzi di soccorso in emergenza e del trasporto pubblico locale. In aprile quando era stato firmato il Protocollo sulla sicurezza era stato annunciato che la Città Metropolitana interverrà complessivamente per installare 13 varchi elettronici. Più a rilento gli interventi previsti dal Comune di Venezia. Comunque tutto dovrebbe andare a regime nel momento che sarà realizzata la nuova sala operativa all’isola del Tronchetto. —



I commenti dei lettori