In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Prostituzione e baby gang turni extra della polizia locale

L’area centrale del Terraglio occupata da 35 lucciole: multe ai clienti fino a 500 euro Controlli straordinari nel quartiere ovest: sotto accusa gli eccessi di bande di ragazzini

Matteo Marcon
2 minuti di lettura



Prostituzione in pieno centro: polizia locale in campo per arginare il fenomeno. Sono stati 14 i turni serali svolti tra fine maggio e fine luglio dagli agenti moglianesi. Uno dei fronti principali degli interventi continua a riguarda il contrasto alla prostituzione, in particolare nel tratto centrale del Terraglio.

Negli ultimi anni la presenza delle lucciole ha iniziato progressivamente ad occupare sempre più spazio. Le prostitute, indisturbate, iniziano a stazionare nei luoghi di passaggio di famiglie e ragazzi fin dalla tarda serata: pensiline dell’autobus davanti agli uffici comunali, davanti all’ingresso del collegio salesiano Astori, vicino a ristoranti come il Bacareto, il Meridiana e i tre sushi del Terraglio. I numeri diffusi dall’assessore alla sicurezza Carlo Albanese e dal comandante Stefano Forte, confermano l’impegno della polizia locale per arginare questa situazione e sono rivelatori anche di un significativo indice di stanzialità delle ragazze dedite al meretricio lungo la statale. Negli ultimi due mesi sono state quasi un centinaio le identificazioni, 96 per la precisione, e hanno riguardato 35 persone. Questo significa che le stesse “professioniste” sono state presenti in più sere. Di queste circa la metà opera nel breve tratto del centro abitato del Terraglio: tra via Ronzinella e il ponte sullo Zero, concentrandosi anche nelle vicinanze delle centralissime via Toti dal Monte, via Boldini, via Tavoni, via Trevisanato. Ovviamente i controlli portano con sé anche le inevitabili sanzioni.

«Tutti i numeri» spiega l’assessore alla sicurezza Carlo Albanese «sono in linea con quelli dell’anno scorso. Sono state elevate 2 sanzioni ai clienti e 5 nei confronti delle prostitute». In quest’ultimi casi le “belle di notte” mostravano platealmente le proprie parti intime per attirare i clienti. Sono state sanzionate con la multa prevista all’interno del regolamento di polizia municipale, con un importo di 100 euro. La multa è più salata per i clienti che, quando vengono colti in fragranza, nell’atto o nella contrattazione, devono pagare 500 euro. L’attività di polizia locale ha puntato soprattutto a disincentivare l’invasione delle prostitute nel centro abitato ed ha puntato ad allontanare quelle presenti nelle postazioni centrali. Nelle notti moglianesi, le occasioni di intervento però non si limitano alla prostituzione. Sotto la lente dell’assessore alla sicurezza ci sono anche alcune baby gang attive in città, in particolare nel quartiere ovest, che generano molto malcontento tra i residenti per i loro comportamenti rumorosi. Nei loro confronti sono stati effettuati durante i turni serali diversi controlli.

Il monitoraggio delle aree verdi, in fase notturna, ha portato anche a sanzionare una persona che dormiva abusivamente in un’area verde della stazione, aveva trasformato un giardinetto nel suo giaciglio. «Su mia indicazione» conclude Albanese è aumentato il controllo anche sui parcheggi sensibili, disabili, carico scarico. Continueremo a lavorare nelle prossime settimane e stiamo continuando a lavorare per rimpinguare il numero di agenti a partire già dal prossimo settembre». —



I commenti dei lettori