Contenuto riservato agli abbonati

Porto Marghera. Sciopero di 24 ore alla 3 V Sigma per la sicurezza

Le accuse dei sindacati: parti dell'impianto sono prive di illuminazione. Manca un programma serio di formazione e addestramento del personale con corsi antincendio e muletti

PORTO MARGHERA. Sciopero di 24 ore alla 3 V Sigma in via Malcontenta a Marghera nell'area del Petrolchimico. 3 V Sigma è un produttore leader mondiale di prodotti speciali chimici avanzati.

In Italia ha tre stabilimenti, due a Bergamo e uno a Marghera, con 300 dipendenti.


«Da tempo – spiega Francesco Coco della segreteria Femca Cisl - chiediamo all'azienda di creare le condizioni di sicurezza che permettano di lavorare in sicurezza. Ci sono turni massacranti di 12 ore per mancanza di personale, con turni di riposo saltati e gente che ha lavorato per 21 giorni di seguito. Vogliamo turni di 8 ore e assunzioni».

Alcune persone, sottolineano gli operai, sono finite in malattia per poter riposare. «Inoltre ci sono – spiega Coco – linee anti-incendio che almeno una volta al mese devono essere riparate. Abbiamo chiesto il lavaggio delle tute di lavoro e l'azienda ha comprato, in tutta risposta, due lavatrici domestiche. Le tute vengono fatte asciugare sopra tubi coibentati dentro un impianto che tratta sostanze chimiche. Alcune parti dell'impianto sono prive di illuminazione. Manca un programma serio di formazione e addestramento del personale con corsi antincendio e muletti». I lavoratori denunciano poi situazioni di licenziamenti ritenuti ingiusti. «Chi è scomodo - spiega Coco - rischia il posto. Contro un licenziamento abbiamo fatto ricorso impugnandolo».

Le proteste assicurano i lavoratori continueranno finché l'azienda non darà risposte precise. Dall'azienda arriva una presa di posizione rispetto alla protesta di ieri. «Comprendiamo – spiega Marilena Serafini manager responsabile sicurezza del gruppo 3v Sigma – i disagi dei lavoratori in merito ai turni effettivamente concentrati. Per il lavaggio delle tute stiamo attendendo l'arrivo di nuovi macchinari. Ci vuole del tempo a organizzare il tutto. Nei prossimi mesi procederemo anche a diverse nuove assunzioni». —

Alessandro Abbadir
 

Banana bread al cioccolato

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi