Venezia, incidente nautico: muore una ragazza di 12 anni

La tragedia a Sant'Erasmo, era a bordo di un semicabinato finito a forte velocità contro una briccola. Il padre sotto shock in ospedale

VENEZIA.  Tragedia nelle acque della laguna di Venezia: una ragazzina di 12 anni è morta in seguito all’urto del semicabinato su cui si trovava con il padre ed altre persone contro una briccola, struttura nautica utilizzata per indicare le vie d’acqua nelle lagune di Venezia, formata da due o più grossi pali di legno di rovere legati tra di loro e conficcati nel fondale.

Muore a 12 anni in laguna, l'intervento dei pompieri

L’incidente è avvenuto poco dopo le 17 nella zona di Sant’Erasmo Bacan, dove c’è una striscia di sabbia emersa tra l’isola di Sant’Erasmo e Punta Sabbioni, all’altezza degli impianti del Mose.

Nell’urto, la 12enne è stata sbalzata in acqua. Subito il padre si è lanciato per soccorrerla, e soccorsi sono stati prestati anche dagli occupanti di un gommone di passaggio, fino al’arrivo dell’autopompa lagunare dei vigili del fuoco. A bordo del semicabinato pare ci fossero anche la compagna dell'uomo e il loro figli, un bimbo di pochi anni.

Quindi è intervenuta l’imbarcazione-ambulanza in dotazione al Suem 118 di Venezia che ha trasferito bambina e padre in ospedale. Ma per la 12enne non c’è stato nulla da fare, nell’impatto del barchino contro la briccola aveva riportato diversi traumi, oltre che un arresto cardiocircolatorio. Il personale dei vigili del fuoco, sul posto anche con i sommozzatori, si è quindi occupato delle operazioni di traino delle imbarcazioni

.

In un primo tempo sembrava che la dinamica fosse tutt'altra, e cioè che un gommone (e non un barchino) avesse a bordo la ragazza, sbalzata fuoribordo contro l'elica dal moto ondoso provocato dal passaggio di un lancione Granturismo. Dinamica poi completamente smentita.

La dinamica. In realtà, la dinamica è tutt'altro che chiara. Come ha fatto l'uomo alla guida del barchino di non accorgersi della presenza della briccola, visibilissima e in posizione stabile? Tra le poche certezza: il motore era acceso e l'elica girava.

Il sindaco. Brugnaro ha preso posizione con questo tweet

La polemica. «Un altro incidente gravissimo e purtroppo mortale. Stavolta in laguna ha perso la vita una bambina di 12 anni. Si verifica a distanza di quasi un anno da un altro incidente mortale. Solo qualche settimana fa un altro incidente che aveva provocato 4 feriti. La situazione in Laguna è questa e non è più tollerabile».

Lo afferma in una nota l'on Nicola Pellicani (Pd). «In un anno in più occasioni - prosegue il parlamentare veneziano - abbiamo chiesto al ministro Toninelli di attivarsi sulle condizioni di sicurezza della navigazione in laguna senza che ci sia stata una iniziativa conseguente. E purtroppo abbiano una nuova vittima. Il ministro convochi subito un tavolo con tutti i soggetti interessati sul traffico in laguna sulla sicurezza della navigazione, sulla questione del moto ondoso. Non è accettabile questa nuova tragedia, e non si può restare fermi di fronte alla morte di una ragazzina di 12 anni. Già domani presenterò una interrogazione urgente con la quale chiederò a Toninelli di riferire in Parlamento e di sapere quali iniziative intenda assumere da subito per affrontare questa gravissima criticità in Laguna. Basta vittime»

 

 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Esorcismo al Santuario di Monte Berico: il racconto dei protagonisti

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi