Fabbrica del nero, il commercialista si difende: «Solo un equivoco»

Negro bolla come un abbaglio la sua iscrizione nel registro degli indagati: «Credo di essere un professionista, perché mi sarei intestato i proventi illeciti?»