Modello che ha fatto decollare la Polonia

In Italia la Zes, zona economia speciale, è un’area geograficamente delimitata, all’interno dei confini dello Stato con almeno un’area portuale, collegata alla rete trans europea dei trasporti. Chi opera nella Zes può beneficiare di speciali condizioni, in relazione alla natura degli investimenti e delle attività di sviluppo di impresa. La proposta per il Veneto, lanciata da Confindustria Venezia, comprende le zone di Porto Marghera, Campalto, Murano, Arsenale, Zona Portuale e Tronchetto. Oltre ai comuni di Jesolo, San Donà e Portogruaro. L’obiettivo dichiarato è «creare le condizioni per potenziare il tessuto delle piccole e medie imprese; sviluppare i quattro distretti del vetro, della calzatura, ittico e della giostra; favorire l’espandersi delle filiere della cantieristica e dell’agroalimentare; e incrementare le attività legate alla logistica, alla chimica verde e alla cyber economy». Le Zes attualmente in Italia sono concentrate nel Meridione: Campania e Calabria. In Polonia, invece, ne esistono ben quattordici.



Video del giorno

Il concerto di Hendel alle Cinque Torri di Cortina

Frittata con farina di ceci e zucchine

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi