Telecamere e forze dell’ordine per vigilare sulla movida

Piano d’azione concordato tra carabinieri, polizia locale e commercianti del posto per evitare situazioni di degrado. Il sindaco: «Sì al divertimento, no agli eccessi»



Nuove telecamere di sorveglianza, rafforzamento delle pattuglie dei carabinieri e della polizia locale, controlli dei commercianti accurati, e divieto di sosta nelle aree dei locali dopo la chiusura. È questo il piano d’azione approntato per l’Isola Bassa a Dolo per i mesi estivi.


Un piano messo a punto negli ultimi giorni da Comune, commercianti e forze dell’ordine, per una “movida controllata” e per evitare che si ripetano subito con la bella stagione, schiamazzi e situazioni di degrado fino a tarda notte con proteste da parte dei residenti, e un intero quartiere costretto a week end insonni. «In queste settimane» spiegano il sindaco Alberto Polo e l’assessore Matteo Bellomo «ci sono stati parecchi incontri fra commercianti, polizia locale e carabinieri. L’intenzione è quella di far rispettare il silenzio dopo l’orario di chiusura dei locali. Va detto però che con la liberalizzazione degli orari, i locali non hanno orari fissi di chiusura ma è chiaro che se si verificano episodi di schiamazzi o disturbo della quiete pubblica, le responsabilità andranno ricercate fra tutti i soggetti, compresi se così sarà appurato, anche fra i gestori che saranno stato meno attenti».

Proprio per questo, si sottolinea in Comune, se ci saranno persone che faranno baldoria sui tavolini vuoti e lasciati fuori o sui gradini di piazza Cantiere e dell’Isola Bassa, verranno allontanati dalle forze dell’ordine. Inoltre per evitare vetri a terra i qualcuno che spacca bottiglie (e il rischio che qualcuno si ferisca) si cercherà di evitare di venderle preferendo lattine o bevande sfuse da consumare al locale.

La decina di esercenti dei locali della pittoresca area di Dolo che si trova a ridosso del Naviglio inoltre, si terranno costantemente in contatto fra loro e se qualcosa non andasse per il verso giusto soprattutto sul versante dell’ordine pubblico, faranno intervenire immediatamente carabinieri e polizia locale che aumenteranno sensibilmente le pattuglie di controllo.

Intanto anche i commercianti dell’Isola Bassa si sono organizzati in proprio, e hanno acquistato diverse nuove telecamere di sorveglianza che piazzeranno in tutta la zona e che ovviamente saranno in collegamento con le forze dell’ordine. Certi fenomeni, però, fanno notare gli amministratori comunali, sono difficili da contrastare. Diversi minorenni nelle scorse settimane sono stati sorpresi a far baldoria con decine di lattine di birra e bottiglie di alcolici in Piazza Cantiere. Erano state portate lì in una busta di un supermercato. «Dopo alcune serate complicate» concludono Polo e Bellomo «di qualche settimana fa in Piazza Cantiere con la fine del mese e l’inizio di giugno saranno attivi una serie di misure e accorgimenti per rendere la movida dolese certamente ancora vitale e attrattiva, ma più controllata». —



Video del giorno

Il concerto di Hendel alle Cinque Torri di Cortina

Frittata con farina di ceci e zucchine

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi