Contenuto riservato agli abbonati

Mestre, turismo contro la crisi del commercio: «Molti eventi e un ufficio informazioni»

La città tra moderno e tradizione. Dopo il museo M9 sbarca la Pro Loco. «Impegno collettivo per rilanciare la terraferma»

MESTRE. «Un ufficio turistico a Mestre serve. Ci stiamo ragionando nell’ambito del rinnovo dell’accordo Iat ed è certo che servono a Mestre altri punti informativi, al di là di quello di piazzale Cialdini. Mestre è la terza città turistica del Veneto, dopo Venezia e Verona». Mestre guarda al futuro e se il commercio è in forte crisi, con troppe vetrine chiuse anche in piazza Ferretto, occorre reagire.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori

Video del giorno

Dentro il "Mostro del Mar Caspio", l'aereo sovietico spento per sempre 30 anni fa

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi