In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Sessanta millimetri caduti in poche ore ma la spiaggia ha retto

Giovanni Cagnassi Rosario Padovano
1 minuto di lettura

BIBIONE. Problemi per il maltempo in tutto il Veneto orientale. All’alba di ieri a Bibione sono caduti 60 millimetri di pioggia di cui 28 in appena 40 minuti. L’arenile di piazzale Zenith appariva come una immensa pozzanghera proprio dove ci sono le file degli ombrelloni ancora da posizionare. La Bibione Spiaggia rimedierà con il bel tempo.

Strade allagate soprattutto nella zona Est. A farne le spese via Saturno e via Delfino, impercorribili per buona parte della mattinata. I tombini ostruiti hanno ostacolato il deflusso regolare dell’acqua piovana. Lo scroscio intenso ha allagato il corso delle Costellazioni ma qui l’acqua è defluita subito. Allagato il parco della Chiesa di via Antares, impraticabile per tutta la giornata. Osservato speciale il canale Settimo che scorre sotto il centro. Le vasche di laminazione hanno assolto al loro compito e non si sono registrati allagamenti come accadeva un tempo. A monitorare la situazione sul posto anche il sindaco Pasqualino Codognotto.

Un intervento dei vigili del fuoco è stato disposto a San Stino. A Caorle problemi per la viabilità in viale Meridiana, corso Chiggiato e viale Santa Margherita allagati per lunghi tratti. Conclusa regolarmente la regata velica La Duecento.

Problemi anche nel Basso Piave con la spiaggia di Jesolo osservata speciale, ma questa volta il mare mosso e il vento non hanno eroso il litorale. A San Donà ieri mattina alle 8.15 un albero è crollato in via Fossà, fortunatamente senza coinvolgere persone o auto. I vigili del fuoco di San Donà hanno liberato la strada in una ventina di minuti durante i quali è stata chiusa al traffico per motivi di sicurezza. A Jesolo ci sono stati alcuni interventi dei pompieri nella zona del lido per liberare le strade da alcuni rami caduti sulla strada senza gravi conseguenze. Non sono mancati alcuni allagamenti di scantinati e garage, anche questi sistemati dai residenza senza particolari difficoltà e senza necessità di chiedere l’intervento dei pompieri. Quanto alle spiagge di Eraclea Mare e Cavallino Treporti, il mare in burrasca ha risparmiato la costa senza erodere la spiaggia, in assenza di alta marea e Scirocco. A Jesolo molti degli ospiti dei giorni scorsi hanno preso la via di dopo la breve vacanza interrotta dal maltempo. —

Giovanni Cagnassi

Rosario Padovano

I commenti dei lettori