Venezia pareggia con il Pescara, ma la salvezza dipende dalle partite di domenica

Il rigore di Domizzi che ha permesso al venezia di pareggiare con il Carpi

Una doppietta di Domizzi fa recuperare lo svantaggio, ma un punto non basta alla squadra di Cosmi per agguantare con certezza i playout

VENEZIA. Pareggio interno per il Venezia, che però potrebbe compromettere la permanenza in Serie B. Al “Penzo” finisce 2-2 contro il Pescara, in attesa di capire cosa faranno domenica il Livorno e il Foggia, impegnati in casa rispettivamente con il Carpi e il Perugia.

Gli arancioneroverdi rischiano di non disputare neppure i playout.

Abruzzesi in vantaggio due volte prima con Brugman e poi con Mancuso ma sempre raggiunti da Domizzi dal dischetto. Dopo un inizio blando, il Pescara segna alla prima vera occasione. C’è un cross dalla sinistra di Bellini, Brugman è solo in mezzo all’area e non ha difficoltà a superare Vicario di testa. Il Venezia tenta la reazione con un tiro dal limite di Segre al 29’, Fiorillo mette in angolo. Sulla sucessiva battuta, Balzano ostacola Bocalon e l’arbitro indica il dischetto: Domizzi pareggia al 30’. Gli arancioneroverdi s’impegnano, provano a fare la partita senza però essere troppo incisivi là davanti, mentre Mancuso del Pescara è pescato in fuorigioco davanti a Vicario. In pratica si arriva all’intervallo senza più occasioni.

A inizio ripresa, i ragazzi di Cosmi partono subito forte; prima Segre liscia da buona occasione, poi Besea manca l’impatto con la palla a pochi metri dalla porta. Al 19’, lo stesso Besea spara da fuori area ma Fiorillo mette in corner e cinque minuti dopo di nuovo il centrocampista lagunare è murato sul più bello. Nella più classica azione di contropiede, il Pescara raddoppia; Brugman fa una gran cosa nella sua area, si fa mezzo campo palla al piede con una prateria davanti, passaggio sulla destra a Balzano, cross tagliato per Mancuso che realizza da pochi passi. Nel finale succede di tutto; il Pescara si mangia almeno tre gol, Segre, nel recupero, si guadagna un rigore che fa discutere dopo un fallo di Scognamiglio: Domizzi trasforma. In campo gli animi si accendono, volano cartellini gialli e le discussioni continuano anche dopo il fischio finale. Il Venezia chiuderà il campionato sabato prossimo a Carpi. Al

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Covid, identikit di Omicron: la variante sudafricana con 32 mutazioni

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi