Contenuto riservato agli abbonati

La cooperativa: «Quindici minuti per superare le ispezioni»

Avvertiti in anticipo dei sopralluoghi nel centro di accoglienza, la Edeco mobilitava anche personale improvvisato

CONA. Quindici minuti. Tanto bastava ai vertici di Edeco per far confluire gli operatori da vari centri (in primis Bagnoli) a Cona. Quando l’ispezione era imminente, non c’era tempo da perdere. «Fa la squadra e va a Cona per favore», impone Sara Felpati, vicepresidente di Edeco, ad Annalisa Carraro, consigliera di amministrazione, entrambe indagate dalle pm veneziane Federica Baccaglini e Lucia D’Alessandro nell’ambito della maxi inchiesta sull’accoglienza nell’ex base missilistica.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori

Video del giorno

Prostituzione e violenze sessuali, sgominata a Bologna banda che reclutava giovani ragazze albanesi

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi